Richiedente asilo non può stare in Italia: 24enne accompagnato in Germania

L’uomo da Fiumicino lascia il Paese

Il Personale della Questura di Ancona ha eseguito, nella giornata di ieri, un accompagnamento in frontiera (presso lo scalo aereo di Fiumicino) di un cittadino somalo di 24 anni.

L’accompagnamento è stato organizzato dall’Ufficio Immigrazione in esecuzione di un provvedimento dell’Unità Dublino del Ministero dell’Interno. Il cittadino somalo, domiciliato nella zona del Piano, è stato poi scortato da Roma Fiumicino fino in Germania da personale specializzato dell’Ufficio immigrazione.

Si rammenta che secondo la Convenzione di Dublino, la decisione sui richiedenti asilo spetta al primo paese dove gli stessi hanno fatto ingresso. Nel caso specifico infatti il cittadino somalo era arrivato in Europa attraverso la Germania, presso cui doveva dunque rientrare al fine di essere valutato quale avente diritto allo status. Il Questore di Ancona: “La sicurezza urbana si assicura anche attraverso un’accoglienza legittima degli stranieri, aventi diritto di permanere nel nostro territorio nazionale ed al contempo con l’emissione di tutti quei provvedimenti che assicurano l’ordine e la tranquillità pubblica da possibili insidie dovute all’immigrazione clandestina ed illegale”.

 

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia