Riceci, un caso molto sentito

Sit-in di protesta ieri a Pesaro, i comitati chiedono chiarezza e attaccano la Provincia

La Provincia di Pesaro Urbino ha convocato una conferenza di servizi su Riceci ieri mattina, una riunione interlocutoria per analizzare la documentazione prodotta dalla società Aurora e per illustrare i principali elementi ostativi correlati alla realizzazione dell’impianto. In pratica una prima valutazione per decidere se il progetto abbia le caratteristiche per proseguire o no. Presenti anche i comitati, Soprintendenza, Anas, regione, comune di Urbino, vigili del fuoco, Arpam, Ast, Autorità di bacino, Unione montana, Marche multiservizi, Provincia. Non il Comune di Petriano, che ha presentato ricorso al Tar contro il provvedimento di proroga di sei mesi concesso ad Aurora srl da parte della Provincia per effettuare rilievi sull’area di Riceci. Chiede che quella proroga venga annullata. Fuori dal Palazzo della Provincia, la manifestazione di protesta con cartelli e cori, un flash mob al grido di “Loro non si fermano, noi neanche”. “Non smetteremo di combattere”, la promessa degli oltre cento ambientalisti. C’erano le associazioni Marea Verde Speranza Comitato Cittadini Riceci, Lupus in fabula, EveryOne, Marche a rifiuti zero, Urbino contro la discarica di Riceci e DiversaMente. Nel mirino la seconda proroga all’iter concessa dalla Provincia lo scorso gennaio, proroga che sarà oggetto di due ricorsi al Tar delle associazioni al fianco di quello del Comune di Petriano. Domenico Passeri, ex sindaco di Petriano e capofila di Marea Verde, ha spiegato: “La Provincia aveva già concesso una proroga di 180 giorni ad Aurora e ora gliene concede un’altra: è un illecito amministrativo, quindi siamo pronti a depositare ricorso”. La replica della Provincia è che “la proroga – ha spiegato il presidente Giuseppe Paolini all’associazione EveryOne – è stata concessa sulla base della richiesta fornita dal genio civile ai primi di gennaio. Ricordo che il nostro ente è citato al Tar anche dalla società Aurora perché i nostri funzionari sarebbero troppo pressanti sui tecnici”. Il sit in è servito anche per affermare che la società civile è unita contro la discarica e non arretrerà di un passo. Martedì 19 marzo la commissione parlamentare d’inchiesta sui rifiuti farà un sopralluogo sul sito della discarica. La delegazione, composta da cinque parlamentari, farà tappa anche nelle discariche di Monteschiantello (San Costanzo), Tavullia e Ca’ Lucio a Urbino. Roberto Malini di EveryOne group ha creato e presentato seconda <Sfera di Riceci>. Sarà installata il 24 marzo in località Gallo. E accanto ci sarà una Capsula del Tempo contenente articoli e foto sul caso Riceci, lettere di cittadini, piccoli oggetti che simboleggiano il sito. Tutto rivolto alla prossima generazione: la Capsula sarà sterrata nel 2074.

Camilla Cataldo
Author: Camilla Cataldo

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS