Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Riapre la strada “Nursina” tra Ascoli e l’Umbria interrotta dopo il terremoto

img

Domani (3 dicembre) dalle ore 13 si potrà transitare nel valico di Forca Canapine

Il Piceno e l’Umbria da domani saranno un po’ più vicini dopo i colpi inferti dal terremoto anche alla rete viaria. Domani alle ore 13, infatti, ci sarà l’attesa riapertura della strada provinciale 64, la “Nursina”, nel tratto dal km 14+694, ovvero dal valico di Forca Canapine, al km 12+858, punto intersezione con la strada comunale che conduce agli impianti sciistici. Si potrà, dunque, tornare a transitare seppure con un limite di velocità fissato in 30 chilometri orari.

 

“Si aggiunge un nuovo ed importante tassello nel ripristino della viabilità post sisma – commenta con soddisfazione il presidente della Provincia di Ascoli, Sergio Fabiani – grazie all’intervento dell’Anas soggetto che hanno ultimato con grande sollecitudine i lavori in un ulteriore tratto di questa arteria provinciale che è stata e sarà oggetto di complessi interventi di sistemazione”. La riapertura si raccorda con la recente conclusione delle opere sul tratto umbro della strada di proprietà della Provincia di Perugia che conduce al valico di Forca Canapine.

“Il ripristino di questo tratto della provinciale 64 – sottolinea il presidente Fabiani – agevola tutti gli utenti della strada ed, in particolare, va incontro alle esigenze dei privati impegnanti nella ristrutturazione dei fabbricati lesionati dagli eventi sismici e situati in prossimità del valico. Inoltre l’ordinanza provinciale, resa possibile dall’intervento dell’Anas a cui va la mia gratitudine, costituisce un importante supporto per la ripresa delle attività economiche del comprensorio”.

 

Entrando nel dettaglio, i lavori eseguiti dall’Anas sul tratto che ora verrà riaperto, dell’importo di 40mila euro, sono consistiti nel disgaggio di volumi rocciosi e una serie di apprestamenti per la sicurezza con la realizzazione di elementi di new jersey e il ripristino della segnaletica verticale e orizzontale. Interventi necessari alla messa in sicurezza del tratto stradale in questione e fanno parte dei lavori che interesseranno nei prossimi mesi tutta la strada provinciale Nursina (dal km 4+800 al km 13+900) per un importo totale di circa 12,5 milioni di euro. La “Nursina” era stata chiusa totalmente al transito successivamente agli eventi sismici di agosto e ottobre 2016. Quindi, in funzione di bypass Marche – Umbria, l’arteria era stata oggetto di riapertura parziale, con ordinanza provinciale del 21 febbraio 2018, dall’incrocio con la “Trisungo – Tufo all’incrocio con lo svincolo della la strada “Delle Tre Valli Umbre”, sempre con velocità di percorrenza di 30 chilometri orari.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar