Riaperte al transito tre strade picene chiuse per il terremoto

Si tratta dei collegamenti stradali Trisungo-Tufo, Colle e Tallacano tra Acquasanta Terme e Arquata del Tronto

Sono state riaperte al transito tre strade provinciali che erano state chiuse per i danni provocati dal terremoto. Si tratta dei collegamenti stradali Trisungo-Tufo, Colle e Tallacano che si trovano nella zona del cratere sismico tra Acquasanta Terme e Arquata del Tronto. Con questi tre interventi conclusi relativi a messe in sicurezza, come conferma il presidente della Provincia di Ascoli, Sergio Fabiani, si è arrivati nel Piceno ad un costo complessivo di 8,7 milioni di euro, finora, per sistemare la viabilità stradale nella fase post sisma.

 

“Tutti gli interventi finora eseguiti – sottolinea Fabiani – sono stati oggetto di specifiche conferenze di servizio svoltesi in Provincia con l’Anas e con gli enti interessati. Si tratta di strade importanti non solo per i collegamenti con l’Umbria, ed in particolare con Norcia, ma per la mobilità dell’entroterra e per le comunità locali che vedono riattivate infrastrutture essenziali per il percorso di ricostruzione“.

Entrando nello specifico, la prima arteria oggetto di ordinanza di riapertura è la provinciale “Trisungo – Tufo”, che da questa mattina è percorribile con limitazioni di velocità pari a 50 Km/h. Sono stati ripristinati le barriere stradali, sistemata la pavimentazione stradale e riposizionata la segnaletica stradale. La seconda strada restituita alla mobilità, è la provinciale Colle”, con limitazione di velocità di 30 Km/h in uno specifico tratto. In questo caso, gli interventi hanno riguardato la realizzazione di barriere e reti paramassi, oltre al ripristino del manto stradale e della segnaletica orizzontale. Infine, è stata riaperta al traffico la provinciale “Tallacano” con limitazione di velocità pari a 30 Km/h. Le opere realizzate consistono in gabbionate, barriere flessibili in acciaio, zanelle con cordolo e posa in opera di guardrail.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS