Registratore di cassa scollegato, ristoratore evade quasi 2 milioni di euro: locale chiuso

Maxi sanzione

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ancona hanno individuato un noto ristoratore di Fabriano, che non aveva mai collegato, fin dalla sua istallazione, il proprio registratore telematico alla rete dedicata, evitando in tal modo di comunicare i propri dati fiscali all’Agenzia delle Entrate. L’operazione nell’ambito delle attività di polizia economico-finanziaria finalizzate alla verifica della corretta emissione degli scontrini telematici da parte degli operatori commerciali della provincia dorica.

L’attuale normativa prevede che dal 1° gennaio 2020 i soggetti che effettuano le operazioni qualificate come commercio al minuto o attività assimilate devono memorizzare elettronicamente e trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate entro i 12 giorni successivi i dati relativi ai corrispettivi giornalieri conseguiti, certificati con l’emissione dello scontrino elettronico.

L’Agenzia delle Entrate di Ancona, al termine di un accertamento eseguito sulla base di una verifica fiscale condotta dalla Tenenza della Guardia di Finanza di Fabriano, ha provveduto alla denuncia del medesimo imprenditore per il reato di omessa dichiarazione per aver occultato al fisco ricavi per 1.908.000 euro, omettendo il pagamento delle imposte sui redditi per circa 793mila euro e IVA per 210mila euro. Unitamente alla sanzione prevista per la mancata installazione del misuratore telematico, è scattata nei confronti del ristoratore anche la sanzione accessoria con provvedimento di chiusura dell’esercizio per un periodo di 30 giorni.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS