Regionali, Chiucchi nell’entroterra maceratese: “Stanchi e demoralizzati gli albergatori del cratere”

Giovanni Chiucchi

Il candidato consigliere regionale di “Movimento per le Marche” è intervenuto insieme a Pietro Scipioni, coordinatore delle strutture ricettive dei Sibillini

In data odierna, 13 settembre, è intervenuto il candidato regionale Giovanni Chiucchi, esponente di “Movimento per le Marche” a favore del candidato presidente Francesco Acquaroli, a Sarnano presso l’Hotel Eden di Pietro Scipioni (consigliere Federalberghi provincia di Macerata) per rappresentare il suo impegno a favore degli imprenditori dell’entroterra e delle imprese del comparto turistico e artigianale.

“Sono stanchi e demoralizzati gli albergatori del cratere. Lo Stato ha condannato a morte l’entroterra e tutte le imprese del comparto turistico, produttivo ed artigianale.
Mi è stato chiesto di candidarmi a Consigliere Regionale delle Marche nella circoscrizione di Macerata e provincia ed ho accettato di candidarmi per mettere al servizio della Regione Marche le mie competenze e la mia formazione umana e professionale, legittimando quei valori e quelle tematiche che mi sono care
”.

“Pietro Scipioni – prosegue il candidato – aveva lanciato alcune proposte allo Stato e alla Regione per far sopravvivere gli alberghi e le aziende dei territori dell’entroterra. Richieste che, secondo Scipioni, sono state completamente ignorate. La sua condanna alle autorità deriva dal rifiuto dell’applicazione dell’area ‘No-tax’ e della richiesta di annullamento delle quote fisse relative alle utenze per almeno 3 anni a tutte le attività produttive e ai cittadini residenti nel cratere”.

A tal riguardo, Pietro Scipioni, condividendo quanto espresso dal Candidato Regionale Giovanni Chiucchi riferisce che “questi emendamenti, secondo gli albergatori, rappresentano l’unica speranza di far ripartire territori letteralmente a terra dopo le scosse e di dare occupazione alle comunità di cui si teme lo spopolamento. In Emilia sono state fatte le zone franche urbane, guarda caso per noi tutto ciò non è stato possibile. Quando rispetto a loro abbiamo comuni completamente”.

Secondo Pietro Scipioni e gli albergatori che lui rappresenta, senza sgravi fiscali resta solo una prospettiva per il futuro, “il fallimento di tutte le attività ricettive e non e relativo spopolamento dei comuni del cratere, dove l’80% degli abitanti vivono di solo turismo, agricoltura, artigianato, commercio e cultura. Inoltre avevamo chiesto l’applicazione della no tax area sin dall’inizio del 2016 per 10 anni, ma il tutto è stato rifiutato, ci hanno solo concesso la sospensione delle accise per 3 anni anziché 6 come da noi richiesto. Non applicando tutto ciò gli operatori economici, gli abitanti e le attività non avranno più futuro, con conseguente spopolamento totale dell’entroterra, già in atto da 4 anni”.

Pertanto il Candidato ha invitato Pietro Scipioni e tutto l’entroterra con le imprese del comparto turistico, produttivo, artigianale a non perdere la speranza nel futuro e a lottare con sempre più vigore per tutta la comunità marchigiana colpita dal terremoto.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi