Recanatese, Pagliari e la suggestione Helvia Recina: “E’ il mio stadio, chissà…”

Giovanni Pagliari, allenatore Recanatese

SERIE C – Il tecnico potrebbe tornare ad allenare nella sua vecchia “casa” qualora la società giallorossa decidesse di cambiare location (Recchioni di Fermo) per le prime gare interne. Ritiro a Sefro dal 22 luglio

I contatti tra la Recanatese e il Comune di Macerata in merito alla disponibilità dell’Helvia Recina per far disputare le prime gare interne della stagione ai giallorossi hanno destato non poca curiosità in tutto il panorama calcistico locale. Soprattutto perché la Recanatese aveva già chiesto, e ottenuto, il Recchioni di Fermo. Dopo le ultime verifiche della Covisoc che ha bocciato Teramo e Campobasso dalla serie C, hanno aperto spiragli importanti per la Fermana di ottenere un ripescaggio e quindi dover condividere lo stadio insieme, a detta dei dirigenti giallorossi, potrebbe compromettere l’operato dei canarini.

A questo punto l’utilizzo dell’Helvia Recina, su deroga, può non essere solo una semplice suggestione per la Recanatese. Uno stadio che suscita ricordi ed emozioni soprattutto nel condottiero della Recanatese, Giovanni Pagliari: “Che dire. Quello è il mio stadio. E’ l’unico posto in cui c’ho vinto sia da giocatore che d’allenatore. Ho ricordi bellissimi lì e non nascondo che tornarci ad allenare, seppur con la Recanatese, sarebbe una grande emozione. Gli stadi di Macerata e Perugia sono quelli che più ho a cuore. Detto ciò, ribadisco che non ne so nulla della questione stadio o dove giocheremo. Al momento mi importa poco e sono altre persone ad occuparsene. Mi godo questa settimana, poi probabilmente la prossima andrò in vacanza in Sicilia, e quindi si rientra per iniziare la stagione con il ritiro”.

La società ha ufficializzato la data del ritiro precampionato che si svolgerà a Sefro a partire dal 22 luglio. I calciatori si ritroveranno nei giorni del 18 e 19 luglio per le visite mediche e successivamente partiranno alla volta di Sefro dove svolgeranno il ritiro fino al primo agosto per poi proseguire la preparazione sul nuovo sintetico del Tubaldi.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana