Recanatese con tre tifosi a Olbia, Sfrappa: “Partita delicata”

SERIE C – Sabato la sfida in terra sarda, parla il ds

La trasferta di Olbia è iniziata con grande anticipo per la Recanatese che, di buon’ora, si è messa in movimento per raggiungere Livorno da cui poi ci si imbarcherà per la “traversata” del Tirreno e raggiungere la Sardegna all’alba di venerdì. Con la truppa anche Federico Pacciardi il cui recupero, vista anche l’assenza di Marafini, sarebbe fondamentale. La gara al “Bruno Nespoli” con 3 tifosi giallorossi 3 al seguito avrà il suo fischio d’inizio sabato alle 17,30 ed è superfluo ribadire ancora che si tratterà di un delicatissimo scontro diretto con i “bianchi” ultimi insieme al San Donato T. e distanziati di 3 punti.

“L’Olbia se occupa quella posizione è evidente che ha dei limiti, ci ha detto Domenico Sfrappa navigato DS 62enne con un’esperienza ultradecennale nel mondo del calcio professionistico tra cui anche ad Ancona, pur se ha dei giocatori di ottimo livello come Ragatzu o come l’ex Mordini. Sono partite delicate nelle quali l’aspetto mentale conta tantissimo.” Che giudizio può dare del campionato della Recanatese? “Sta facendo quello che si pronosticava lottando per la salvezza con un organico che per gran parte è quello che ha vinto il campionato di D più qualche innesto. Peccato per quanto visto contro una Reggiana che è stata anche fortunata con l’episodio del rigore ma ho notato un collettivo coeso, compatto e che ha concesso davvero pochissimo alla capolista.”

Lei è un estimatore di Pagliari..: “Credo che sia il vero valore aggiunto della Recanatese. Ha letteralmente plasmato questa squadra che allena con risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Conosce poi la categoria come pochissimi altri ed avere un tecnico come lui in panchina può fare, in positivo, davvero la differenza. Siamo al livello dei migliori, come Braglia del Gubbio per intenderci.” Lei vede molte partite di questo girone…”Il livello medio indubbiamente è un po’ sceso ma si tratta di un bel campionato perché estremamente equilibrato. Ogni partita è incerta ed aperta ad ogni risultato e questo rende il torneo molto interessante.”

Andrea Busiello
Author: Andrea Busiello

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS