Recanatese, Ciabocco: “Lascio con il sorriso dopo tre anni, ambiente indimenticabile”

SERIE D – Il preparatore atletico giallorosso ai saluti

Dopo tre anni e tutte le emozioni possibili ed immaginabili, Emanuele Ciabocco lascia la Recanatese. Il preparatore atletico giallorosso saluta così la piazza: “Dopo questi tre anni intensi devo ringraziare tante persone. In primis ovviamente il maestro Giovanni Pagliari, il primo che mi ha voluto con se, ed è con lui che abbiamo vissuto il momento più alto della sua storia con la promozione in Serie C, il successivo scudetto, che rimarrà sempre nel mio cuore, e la cavalcata fino ai playoff. Poi le cose non sono andate bene ma dopo la vittoria di Pescara tutta l’Italia parlava di noi e del nostro calcio. Poi c’è stato l’epilogo che tutti sappiamo”.

“Devo ringraziare ovviamente il presidente Guzzini, un vero signore, persona di spessore umano ed imprenditoriale. Angelo Camilletti, che è uno dei migliori dirigenti soprattutto per quanto riguarda gestioni amministrative. Anche Paolo Camilletti mi ha voluto veramente bene, dal primo giorno all’ultimo. Devo ringraziare il direttore sportivo Josè Cianni, lui insieme a Pagliari mi ha voluto e in questi tre anni mi ha sempre fatto sentire la fiducia. Ho trovato persone competenti al livello di segreteria come Damiano, Maurizio, Francesco, Nello e Melissa, persone speciali davvero. Saluto tutti i membri dello staff tecnico e medico, magazzinieri, a Recanati insomma mi sono sentito in famiglia”.

“Con l’arrivo di mister Filippi – conclude Ciabocco – abbiamo cercato la salvezza in tutti i modi ma non siamo riusciti, quindi ho percepito che era il momento di cambiare. Dopo tre anni ci sta, lo faccio in maniera serena ringraziando tutti e tifando sempre Recanatese. Dopo quello che abbiamo fatto resterò tifoso giallorosso. Alla società auguro di tornare il prima possibile nel professionismo, il mister con la squadra farà il possibile, ad onor di rivalsa, per fare un grande campionato. Futuro personale? Ho avuto alcune proposte, rifletto un attimo e vediamo se andrà in porto”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS