Raparo è convinto: “Recanatese, vali i primi tre posti”

Marco Raparo, centrocampista Recanatese

SERIE D – Il centrocampista giallorosso: “Ora c’è equilibrio e fiducia, non vogliamo fermarci”

La pratica Porto Sant’Elpidio è stata archiviata agevolmente dalla Recanatese che mette a segno la terza vittoria consecutiva. Nove punti nelle ultime tre partite che incredibilmente proiettano i giallorossi a sole tre lunghezze dalla griglia playoff, facendo dimenticare in fretta il periodo buio quando l’incubo play out sembrava poter prendere il sopravvento su Marco Raparo e compagni. E’ proprio il centrocampista giallorosso che riesce a riassumere al meglio questo stato d’animo ritrovato della squadra.

“Finalmente rivedo quella Recanatese di inizio anno, vuoi per il Covid e un po’ per colpa nostra, si è smarrita nel momento più importante. La squadra è riuscita a trovare l’equilibrio giusto e i risultati stanno dando ragione. Con questa soluzione soffriamo molto meno dietro e riusciamo a trovare spesso la porta e quindi la via del gol. E’ un sistema che ha permesso a due elementi come Sbaffo e Liguori, su tutti, di esprimersi al meglio trovare più facilmente la via del gol”.

Lunedì day off per i leopardiani, ma già da domani (martedì) Raparo e compagni torneranno a sudare al Tubaldi in vista del big match di domenica contro la capolista Campobasso e successivamente c’è l’Agnonese. Il match contro i rossoblu potrebbe essere la vera prova del nove che può confermare l’ottimo momento della Recanatese? “Tutte le gare sono un test importante per noi. Abbiamo ritrovato fiducia e convinzione nei nostri mezzi. Se vogliamo possiamo battere chiunque”.

Fare risultati, logicamente significa anche playoff, per quello che valgono. “Questa Recanatese merita i primi tre posti del campionato. Certo, gli spareggi contano poco o nulla, ma – conclude Raparo – resta la soddisfazione di arrivarci e di poter confermare che avremmo potuto lottare per qualcosa di ancora più importante”. Cynthialbalonga, Castelnuovo Vomano e Matese sono avvertite.