Rapagnano vince con gol discusso, rabbia Trodica

PROMOZIONE – I fermani sorridono grazie a Polozzi

di Ludovico Cortellucci

Partita di grande spessore per i padroni di casa, che si prendono i tre punti contro la prima in classifica. Trodica crea pericoli, troppo pochi, però, per pareggiarla serve altro. Ossigeno puro per i rossoverdi che abbandonano l’ultimo posto. Vento da far paura allo stadio comunale di Rapagnano, dove i padroni di casa ospitavano i primi in classifica del Trodica. Dimentichiamoci i preamboli, perché Rapagnano parte subito forte, senza remore ed aggredendo fin dal fischio di inizio la prima in classifica. Sono talmente carichi i padroni di casa che dopo 2 minuti Facciaroni si fa ammonire, ma questa è la conferma di come i rossoverdi siano intenzionati a farsi valere. Infatti, al ‘7 prima occasioni per i ragazzi di Garagliano, su calcio di punizione Marcoaldi impegna Monti in tuffo. Manco passano 5 minuti che all’11esimo Polozzi porta in vantaggio Rapagnano, sotto l’ovazione dei tanti tifosi in gradinata. Azione di forza a centrocampo, imbucata in aria a mezza altezza, Polozzi infila la morbida difesa di Monserrat e con un tocco morbido beffa Monti. Rapagnano in vantaggio e Trodica che protesta con l’arbitro per un ipotetico fallo in avvio d’azione e anche per una possibile posizione irregolare. A questo punto ci si aspetta la reazione degli ospiti, macchè ancora rossoverdi aggressivi e bel gioco a due tra Di Donato e Marcoaldi con il 41enne che mette in mezzo un pallone velenoso sul quale Polozzi non arriva. Più passano i minuti più i padroni di casa si difendono bene e Trodica fatica tremendamente a creare occasione.

Doveroso segnalare, comunque, come l’intera partita sia stata condizionata da un vento di forza quasi inaudita. Traiettorie del pallone sempre imprevedibili e raffiche hanno messo costantemente in difficoltà i 22 in campo. Proprio dopo aver scongiurato l’eventuale sospensione della partita causa forte vento, Trodica si ridesta ed inizia a macinare gioco. Titone il più pericoloso prima con due calci piazzati, poi con un bel dribbling e tiro in area ribattutto dal terzino Martinelli, che poi uscirà per infortunio. A ridosso della fine della prima frazione, precisamente al 40’, bella azione di prima dei biancocelesti con il tiro secco di Sanneh parato da Innamorati. Nei minuti di recupero, Trodica prova a farsi pericolosa su calcio d’angolo, ma i padroni di casa tengono botta. Nella ripresa ci si aspettava la reazione degli uomini di Lelli ed infatti al 54’, occasione enorme. Dopo ribattuta del portiere, capitan Berrettoni si divora il pareggio. Un minuto dopo il solito Marcoaldi impegna con un tiro al volo Monti. Provano ad alzare i giri gli ospiti, ma sembra che non sia proprio giornata. Gioco macchinoso e nel secondo tempo si affidano solo alle accelerazioni del giovane Sejfullai e del fantasista Titone che al 60’ in azione personale impegna Innamorati. Passa poco ed è ancora Marcoaldi su punizione a sfiorare il gol, poi al 73’ bella percussione del migliore in campo Polozzi, con una palla velenosa messa in mezzo. Nei minuti finali Trodica si risveglia e intorno all’80esimo impegna Innamorati con un gran tiro di Sejfullai. Nel finale tanta, davvero tanta, anzi troppa confusione per gli ospiti che spingono si in avanti, ma senza logica o idee, rischiando addirittura di prendere il raddoppio su pallonetto da centrocampo tentato dall’eterno Marcoaldi. I tre punti, quindi, vanno a Rapagnano, che gioca da prima della classe, dando l’idea di potersela giocare ampiamente con tutte.

Rapagnano: Innamorati; Funari, Biancucci, Sako B, Marinelli (40’ Keci); Facciaroni, Iommetti, Rapacci; Di Donato (68’ Baicu), Marcoaldi, Polozzi (82’ Sako K) Allenatore: Garagliano
Trodica: Monti; Ciccalè, Stortini (74’ Moriconi), Monserrat, Berrettoni; Romagnoli (64’ Wali), Panichelli, Emiliozzi; Sanneh (46’Sejfullai), Titone, Tartabini (46’ Tartabini) Allenatore: Lelli Marco
Arbitro Pasqualini di Macerata
Ammoniti: Facciaroni, Berrettoni, Sako, Iommetti, Rapacci, Innamorati

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS