Rammarico Vigor Senigallia, Clementi: “Partita dominata per 90 minuti, lasciati due punti”

ECCELLENZA – Il tecnico rossoblu analizza il pari col Marina: “Era impossibile giocare su quel campo, pressione Fossombrone? No, questa squadra ha un carattere forte”

Solo tanta delusione al triplice fischio per la Vigor Senigallia che ancora una volta deve accontentarsi di un solo punto muovendo minimamente la classifica mentre dalle retrovie il Fossombrone inizia a mettere non poca pressione. Parlottio fitto nel fine gara tra lo staff tecnico per fa luce su cosa non ha funzionata per portare a casa la vittoria. Un solo infortunio, l’uscita a vuoto di Roberto, ha condannato la Vigor che fino a quel momento aveva avuto in mano sempre il pallino del gioco, con un unico grande rammarico. Non essere riuscita a chiudere la partita.

“Su questo campo avere continuità di gioco era impossibile – dice mister Clementi nel post gara – Abbiamo dominato la partita per tutti i 90 minuti senza mai subire un tiro in porta. Sono arrabbiato perché erano tre punti che potevamo portare a casa se avessimo finalizzato al meglio alcune occasioni importanti che ci sono capitate. Il gol è nato da un infortunio della nostra difesa e dispiace per questo. Credo però che la prestazione ci sia stata e per quello che potevamo fare, sono due punti che ci mancano”.

La Vigor Senigallia ha gettato al vento un ampio vantaggio sulla Forsempronese che ora è lì a una solta vittoria di distanza. Com’è l’umore della squadra, ma soprattutto, si avverte ora questa pressione? “Quando sei in testa alla classifica da ottobre in una città come Senigallia devi vivere quotidianamente con la pressione addosso. Questa squadra ha un carattere fortissimo, altrimenti non avrebbe recuperato alcune partite che sembravano già perse. L’unica vera brutta prestazione è stata contro il Fabriano Cerreto. Resto comunque dell’idea che abbiamo pareggiato contro un Marina che è una grande squadra in grado di mettere in difficoltà chiunque, ma resta l’amarezza di due punti lasciati per strada”.

 

Michele Raffa
Author: Michele Raffa

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS