Quattro anni di violenze e minacce di morte alla moglie: divieto di avvicinamento per un 46enne

La donna ha denunciato dopo l’ennesimo episodio

Nel pomeriggio di ieri, la Polizia di Stato di Ancona ha sottoposto un italiano di 46 anni, residente nella periferia di Ancona, all’applicazione della misura cautelare personale dell’allontanamento dall’abitazione famigliare con divieto di avvicinamento alla stessa abitazione e ai luoghi frequentati dalla moglie e dal figlio, con obbligo di mantenere la distanza di 500 metri.

La vicenda investigativa trae origine dalla denuncia sporta da una giovane donna relativamente a numerosi episodi di aggressione fisica, minaccia e violenza psicologica posti in essere dal proprio marito negli ultimi quattro anni. L’uomo è arrivato al punto di minacciarla di morte con una pistola puntata sulla fronte; in un’altra occasione si è avvicinato a lei con un frammento di vetro e facendo segno di tagliarle la gola (settembre 2022). La donna è stata ripetutamente aggredita e colpita in varie parti del corpo con pugni e schiaffi, afferrandole i capelli (marzo 2019). Dopo gli ennesimi colpi, ha riportato una frattura della costola sinistra e un trauma al polso destro (maggio 2019); infine, nell’aprile scorso, ha minacciato di investirla con la propria auto.

Proprio verso la fine di quel mese, la donna, molto agitata, si è presentata negli uffici della Squadra Mobile di Ancona denunciando che il marito stava minacciando di investirla a bordo della propria vettura temendo per la propria incolumità e per quella del loro figlio minore che il marito aveva prelevato da scuola e non ricondotto a casa.

Gli investigatori della Squadra Mobile hanno subito rintracciato l’uomo a bordo del proprio veicolo insieme al figlio minore che è stato restituito alla mamma; poi hanno ritirato le armi legalmente detenute dall’indagato. Dopo aver ascoltato alcune testimonianze di persone vicine alla coppia, gli agenti hanno sottoposto l’uomo all’allontanamento dall’abitazione familiare con divieto di avvicinamento ad essa, alla moglie e al figlio.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS