Quattordici dosi di eroina e cocaina, arrestato

Nei guai un 35 enne

Continuano i servizi svolti nelle vie centrali di Civitanova M. da Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza secondo quanto previsto dell’ordinanza del Questore in relazione alle tematiche del Comitato Provinciale dell’ordine e della sicurezza pubblica a cura della Prefettura. Come le scorse settimane, l’attenzione delle Forze dell’ordine continua ad essere rivolta agli effetti della “movida”. Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza insieme alla Polizia locale assicurano inoltre anche i servizi di vigilanza per il rispetto delle prescrizioni previste in materia Covid; l’amministrazione Comunale di Civitanova ha anche garantito un servizio di diffusione sonica per raccomandare la cittadinanza ad evitare assembramenti e ad indossare le mascherine nei casi previsti.

Particolare attenzione viene dedicata al contrasto dei reati in materia di droga, ai fenomeni legati allo spaccio e alla diffusione delle sostanze stupefacenti tra i giovani.
In tale contesto di attività interforze, anche nella giornata di ieri i poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Civitanova Marche diretto dal Commissario Capo Fabio MAZZA, hanno tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un 35enne di origini tunisine, in Italia senza fissa dimora, clandestino sul territorio nazionale, trovato in possesso di ben 14 dosi, tra cocaina ed eroina.

Nel pomeriggio di ieri infatti, sono stati effettuati servizi di prevenzione e controllo del territorio nella città di Civitanova Marche con particolare riguardo a tutte le aree della città ritenute più a rischio per quanto riguarda la presenza di tossicodipendenti e soggetti dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti. Verso le ore 14.00, nei pressi del giardino Cluana attenzione dei poliziotti del Commissariato veniva richiamata da un ragazzo, apparentemente di nazionalità
magrebina, che, alla vista dell’auto della Polizia si allontanava rapidamente con il chiaro intento di eludere il controllo da parte della Polizia. Appena veniva avvicinato dalla pattuglia infatti, l’uomo iniziava a correre ma subito veniva inseguito e bloccato dai poliziotti.

Lo straniero, sottoposto a controllo, all’interno della bocca aveva nascosto ben 14 dosi di sostanza stupefacente che, non riuscendo a deglutire, era
costretto a sputare a terra dando modo agli agenti di recuperare la droga pronta per essere spacciata. Analizzata dalla Polizia Scientifica, la droga contenuta nei 14 involucri è risultata essere in parte eroina (9 dosi) e in parte cocaina (5 dosi). Nelle tasche l’uomo aveva inoltre alcune banconote di vario taglio, frutto verosimilmente dell’attività di spaccio. Per quanto sopra lo straniero veniva tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e trattenuto presso il Commissariato di Pubblica Sicurezza in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto che si terrà nella giornata di domani presso il Tribunale di Macerata.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi