Psicosi coronavirus, mascherine sold out: azienda di Civitanova costretta ad assumere personale

La Gammadis srl pronta a passare da 4-5 a 12 dipendenti per poter soddisfare tutte le richieste

Il paradosso della psicosi da coronavirus arriva da Civitanova Marche. La storia viene raccontata dal Resto del Carlino e parla di una piccola azienda del posto che vende mascherine, la Gammadis srl, che da qualche settimana ha visto aumentare esponenzialmente gli ordinativi e ora si trova a dover assumere personale per poter soddisfare tutte le richieste.

La Gammadis srl è gestita dai fratelli Michelangelo, Alberto e Francesco Angelini e fino ad oggi vendeva circa 50mila mascherine protettive l’anno. Dopo che si è diffusa la psicosi da coronavirus, sono arrivati a 200mila alla settimana. “Ce le chiedono da tutta Italia, persino il Vaticano ne ha ordinate 300mila. Con questi numeri” dice Michelangelo Angelini al Carlino “arriveremo a triplicare i nostri dipendenti”. 

L’azienda dispone oggi in magazzino di 200mila pezzi ed è una delle poche ditte italiane ad avere ancora qualche scorta. L’altro giorno Michelangelo Angelini è partito per Londra per approvvigionarsi dei materiali necessari e far ripartire la produzione che, va sottolineato, è indirizzata al solo mercato italiano. Un’azienda che finora poteva contare su soli 4-5 dipendenti: “Oggi ne servono il triplo. Arriveremo a breve a una dozzina di persone, con contratti a chiamata”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia