Promozione, sarà la giornata dei testacoda

Giorgio Galli (Atletico Centobuchi)

Le ultime dai campi alla vigilia dei match

di Lorenzo Cervigni

L’undicesima di ritorno in Promozione B è la giornata dei testacoda. Quattro gli incontri da segnare con il circoletto rosso in questo fine settimana, partite che potranno dire molto su quella che sarà l’appendice della stagione, in ottica promozione e retrocessione. Atletico Centobuchi-Aurora Treia, Corridonia-Rapagnano e il derby Trodica-Potenza Picena. Terza contro terzultima, quinta contro penultima, quarta contro ultima. In palio punti preziosissimi per tutti, in particolar modo per chi dovesse sovvertire i pronostici della vigilia. Un eventuale colpaccio delle sfavorite potrebbe significare “mangiare” punti importanti in zona salvezza, dove i tre punti pesano tantissimo. A chiudere il computo dei “Davide vs Golia” c’è Appignanese-Matelica, prima contro quartultima.

A Martinsicuro l’Aurora scende senza Pucci. Il diez di Moretti sconta l’ultimo turno dei tre di squalifica rimediati contro il Corridonia tre settimane fa. Il resto della truppa è a disposizione del tecnico. Per l’Atletico Centobuchi dovrebbero esserci tutti, pronti a lanciare l’assalto al secondo posto. Capitolo Corridonia: Fondati ha recuperato Bigoni, out per diversi mesi, ma non avrà Ciucci. Il tecnico ex Montefano è alle prese anche con una preoccupante lista di diffidati, attenzione. Il Rapagnano si gioca una delle gare più importanti della stagione senza Facciaroni e soprattutto senza il decano Marcoaldi. Per il derby di Trodica, invece, il Potenza Picena dovrà rinunciare ad Avallone, mentre il Trodica cerca riscatto dopo due sconfitte consecutive. Tutti a disposizione di mister Buratti.

Ai piani altissimi il Matelica è in aria di titolo. L’avversario è l’Appignanese, reduce da un mese mostruoso in termini  di risultati. Si affrontano – classifica alla mano – probabilmente le due squadre migliori del 2024. Padroni di casa a caccia di un colpaccio che rilancerebbe le ambizioni di salvezza diretta (folle immaginarlo a gennaio), ma privi di Rapagnani, Edoardo Gagliardini e Medei. Matelica al gran completo, eccezione fatta per i lungodegenti Gubinelli, Vitali e Catalani. Una vittoria manderebbe gli uomini di Passarini in Eccellenza prima della sosta, a patto che il Porto Sant’Elpidio (out Sarr, recuperati Amici e Fuglini) fermi la Vigor Castelfidardo. Per Manisera la gatta da pelare si chiama Rombini. Il miglior marcatore stagionale dei fisarmonicisti è in dubbio, mentre sono certe le assenze di Santoni e Brugiapaglia.

In mezzo alla classifica attenzione a Cluentina-Monticelli. Separate da quattro punti, la Cluentina va alla ricerca del sogno play-off. Per salire sull’ultimo treno bisogna battere i ragazzi di Settembri, lanciatissimi nella ricorsa al quinto posto. Attacco ridimensionato per Canesin, che dovrà lasciare a casa Mongiello e “Furia” Ribichini, oltre a Scoccia e Pagliarini. Diverse assenze anche nel Monticelli, soprattutto nel reparto difensivo. Altro derby nel fermano tra Sangiorgese e Elpidiense Cascinare. Entrambe vengono da una vittoria, ma entrambe devono confermarsi per agguantare la salvezza. Non ci sono assenze da ambo i lati. A chiudere il quadro Casette Verdini-Palmense. A Lattanzi mancheranno Verdicchio e Moschetta, a Cardelli Valle Indiani. Anche qua, chi vince ipoteca la salvezza diretta. Chi perde dovrà sgomitare fino alla fine.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS