Profili: “Con o senza di me la Civitanovese deve arrivare in serie D”

Mauro Profili, presidente della Civitanovese

PROMOZIONE – Il numero uno rossoblu: “Protocollo Covid? Da Pesaro ad Ascoli, tutte le Asl devono parlare la stessa lingua”

Settimana cruciale in casa Civitanovese. Sabato la truppa di Ciocci sarà di scena in quel di Capodarco per la prima di campionato nel girone C di Promozione contro la Futura 96. Una stagione che inizierà tra mille preoccupazioni. Lo sa bene anche il numero uno della Civitanovese, Mauro Profili, intervenuto negli studi di Tvrs nella trasmissione “Le Marche nel Pallone, Tempi Supplementari” condotta da Andrea Busiello. “Finalmente si parte e non vediamo l’ora di iniziare. Giovedì i vertici della Figc Marche incontreranno la Regione non per discutere di un possibile slittamento o meno dei campionati, ma affinché si faciliti il compito delle società di far rispettare il protocollo Covid. Deve esserci, ed è uno degli argomenti più importanti da affrontare, una linea unica di tutte le Asl. Da Pesaro ad Ascoli devono parlare la stessa lingua, un’omogeneità di giudizio senza che ognuna ragioni per conto suo creando ancora più scompensi”.

Fatte le dovute premesse, in casa rossoblu è tempo di far parlare il campo e la Civitanovese non può nascondersi. “Abbiamo costruito una squadra che può fare tranquillamente l’Eccellenza. Se la squadra non dovesse girare come deve, la colpa è solo nostra e di nessun altro”. Si è discusso di Eccellenza e la Civitanovese quest’estate era vicinissima a essere ai nastri di partenza del massimo campionato regionale. “Col Servigliano – spiega Profili – eravamo arrivati vicinissimi a un accordo, addirittura davanti al notaio e il presidente Dezi aveva anche già preparato un timbro apposito, poi l’amministrazione comunale di Servigliano si è intromessa e ha fatto saltare tutto. C’era questa possibilità ed era un peccato non provare a sfruttarla, è andata così e ora proveremo a conquistarla sul campo. Questa Civitanovese con me o senza di me deve arrivare in serie D”.  

Clicca qui per vedere l’intera puntata de “Le Marche nel Pallone, Tempi Supplementari”