Procedono spediti i lavori di installazione della nuova tac all’ospedale di San Benedetto

Ultime operazioni di smontaggio

Procedono speditamente, all’ospedale ‘Madonna del soccorso’ di San Benedetto del Tronto, i lavori per l’installazione della nuova Tac. In queste ultime ore si stanno concludendo le ultime operazioni di smontaggio del vecchio apparecchio con la rimozione dello stesso, nel rispetto di una tabella di marcia che permetterà all’Azienda sanitaria territoriale di Ascoli di poter contare, nei tempi previsti, su un nuovo macchinario altamente tecnologico.

Quest’ultimo è stato acquistato con i fondi del Pnrr, ma con costi di installazione a carico del bilancio aziendale. Nella giornata di ieri, martedì 19 marzo, invece è stata invece smontata la vecchia Tac all’ospedale ‘Mazzoni’ di Ascoli.
Al fine di ridurre al minimo i disagi ai pazienti, l’Azienda sanitaria territoriale di Ascoli ha predisposto un Piano di recupero delle prestazioni già calendarizzate, riuscendo in questo modo a non annullare alcuna prenotazione.
Il Piano prevede due differenti azioni. La prima vede il mantenimento degli esami per i pazienti ricoverati e che accedono al Pronto soccorso del ‘Madonna del soccorso’. Questo è possibile, in quanto la Tac dedicata al Pronto soccorso non viene utilizzata, solitamente, al massimo delle sue potenzialità.

Infatti, il numero medio di esami al giorno è di 30, quando potenzialmente, sulla base delle caratteristiche tecniche dell’apparecchio e degli orari di lavoro dei medici radiologi e dei tecnici di radiologia (presenti nelle 24 ore del giorno tutti i giorni dell’anno), ne possono essere eseguiti circa 45. Si stima, dunque, che verranno effettuati circa 300 esami aggiuntivi rispetto all’attività storica.
La seconda, invece, prevede o spostamento degli esami Tac con mezzo di contrasto all’ospedale ‘Mazzoni’ di Ascoli dove verranno eseguiti con l’apparecchio Tac dedicato alla radioterapia. Si tratta di circa 130 persone nei tre mesi (marzo-maggio).
Tutti i cittadini che avevano già una prenotazione per questa tipologia di esame sono stati contattati telefonicamente, grazie alla collaborazione del coordinatore dei tecnici di radiologia del ‘Madonna del Soccorso’ che ha provveduto personalmente a effettuare le chiamate per fornire una chiara spiegazione al cittadino e ascoltare le esigenze dell’utente.

Dalle telefonate effettuate, poche persone hanno riferito di essere in difficoltà nel raggiungere Ascoli e, pertanto, per loro è stata elaborata una soluzione personalizzata. Gli esami verranno effettuati dal personale sanitario (medico, tecnico di radiologia e infermiere) dell’ospedale di San Benedetto che non modificherà il proprio orario di lavoro, ma temporaneamente, per due giorni la settimana, solo la sede di lavoro.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS