Primi passi per l’attivazione dello “Sportello Animali”

Un comune sempre più amico degli animali

Il Comune elpidiense si fa sempre più amico degli animali. La giunta comunale di Sant’Elpidio a Mare ha infatti deliberato un atto che dà formalmente il via alla procedura per l’attivazione di uno sportello virtuale, che possa informare ed orientare i cittadini sull’assistenza agli animali domestici, sugli animali abbandonati, che controlli e gestisca la gestione delle colonie feline.

 

Attraverso lo sportello si potrà restare informati sulle attività e le iniziative portate avanti dal comune a favore degli animali, oltre ad informare la cittadinanza sui servizi pubblici gratuiti presenti sul territorio provinciale. Attraverso lo sportello informatico, verrà anche fornita consulenza sulle adozioni di cani e gatti, sarà possibile segnalare ed orientare in caso di maltrattamento degli animali; organizzare visite guidate presso il canile-gattile per promuovere l’adozione degli animali ricoverati; raccogliere istanze, suggerimenti e segnalazioni inoltrati da cittadini e associazioni relativamente agli animali che vivono nel Comune; gestire un numero verde a disposizione della cittadinanza; organizzare incontri nelle scuole ed incontri pubblici con dibattiti invitando esperti dei vari settori.

 

“L’attivazione dello sportello animali – dice l’Assessore all’ambiente Alessio Pignotti – è stato pensato al fine di prevenire il randagismo e promuovere la tutela degli animali da affezione nella convinzione che per favorire la corretta convivenza fra esseri umani e animali e per tutelare la salute pubblica e l’ambiente, si debba intervenire con iniziative volte alla conservazione degli equilibri ecologici che interessano le popolazioni animali presenti nel territorio. Le molteplici funzioni che avrà lo sportello permetteranno di attuare anche una campagna informativa di fondamentale importanza. L’associazione che si occuperà di questo sportello, perché il Comune avrà bisogno del supporto di un’associazione per attivare un servizio di questo tipo, in convenzione con il comune gestirà anche eventuali necessità di sterilizzazioni e gestione delle colonie feline (per le quali il comune ha previsto di mettere a disposizione un contributo a copertura delle spese) in modo da evitare un aumento del randagismo. Se, per quanto riguarda i cani, abbiamo un canile comprensoriale assieme ad altri comuni, obiettivo, in un futuro non lontano, è anche quello di arrivare alla realizzazione di un’oasi felina. Per ora, con l’attivazione dello sportello, abbiamo mosso un primo passo”.

NOTIZIE DA FERMO E PROVINCIA