Primavera di scena al Del Duca e Atletico Ascoli al Picchio Village

Abascal, tecnico dell'Ascoli Primavera

CALCIO – La situazione per le sfide interne di questa stagione

Uno dei temi principali per le varie ripartenze dei campionati sono ovviamente le strutture e i campi che le diverse squadre possono usufruire. Il problema dei protocolli non tocca soltanto società dilettantistiche ma impone anche all’Ascoli Calcio una diversa organizzazione. Ad esempio, non solo per via Covid ma anche per regolamenti precisi, la Primavera di Abascal quest’anno non giocherà al Picchio Village. Molto probabilmente i giovani ascolani affronteranno il difficile campionato di Primavera 1 scendendo in campo al Del Duca per le partite casalinghe.

Tra i vari sabati e domenica, con le diverse squadre impegnate e spesso allenamenti di rifinitura per la prima squadra che possono coincidere con qualche match, la società si sta organizzando soprattutto per quanto riguarda la questione spogliatoi. La distanza e la sanificazione non consentono un circuito operativo come negli scorsi anni, quando una squadra poteva “buttarsi” tutta dentro uno spogliatoio e magari la squadra successiva si cambiava in quello degli arbitri. È successo, perché a livello di spazi il protocollo rende quasi impossibile la convivenza di tutto. Ovviamente la prima squadra di Bertotto sarà quella che prenderà più in mano il Picchio Village e si prendono in considerazione anche altre soluzioni per le squadre coinvolte.

Filippini, tecnico dell’Atletico Ascoli

I vicini campi della Pro Calcio – con gli spogliatoi in fase di rifacimento – potrebbero essere una notevole opzione di riserva. Soprattutto per quanto riguarda l’Atletico Ascoli. La squadra, militante quest’anno in Eccellenza, ha svolto la preparazione pre campionato allo stadio Comunale “Di Rifolfi” di Venarotta. L’idea era di rimanere in quello stadio per tutta la stagione, allenandosi lì e giocando in casa tra quelle mura. Eppure, negli ultimi giorni, un incontro tra la società di Patron Graziano Giordani e quella di Massimo Pulcinelli, con tema proprio la gestione del Picchio Village, ha chiarito come il sintetico del centro sportivo potrà essere usato dall’Atletico Ascoli per le partite casalinghe, dato lo spostamento della Primavera con ogni probabilità al Del Duca.

Tutto deve ancora essere confermato e messo nero su bianco, ma l’Atletico Ascoli, con il test amichevole proprio contro la squadra di Abascal nel pomeriggio di ieri, ha chiuso la preparazione a Venarotta, tenendo il campo come possibile “riserva” qualora qualche intreccio non sia risolvibile nella convivenza del Picchio Village.