Prelievo multiorgano al “Murri”: donati anche i polmoni di un 57enne

Il complesso intervento all’ospedale di Fermo

Un altro complesso prelievo multiorgano, quello concluso nella giornata di ieri all’ospedale Murri di Fermo, che andrà a restituire una speranza di vita a pazienti da tempo in attesa. Sono state impegnate due equipe chirurgiche provenienti da Regioni diverse. Grazie alla generosità di un uomo di 57 anni, iscritto regolarmente al Sistema informatico dei trapianti, effettuato in occasione del rinnovo della carta di identità, si è moltiplicato ancora una volta il dono della vita. Un intervento particolarmente complesso, visto che si è proceduto anche al prelievo, non usuale, dei polmoni.

Il processo di donazione si è potuto espletare con l’impegno collettivo dei professionisti della salute. Molteplici i dipartimenti e le unità coinvolti: Dipartimento di urgenza-emergenza, in primis con il Pronto soccorso, rianimazione e sala operatoria. Il lavoro ha richiesto anche il contributo di molteplici figure professionali: laboratori, diagnostica per immagini, anatomia patologica, neurologia, la Direzione medico ospedaliera, la nefrologia, la chirurgia, la dermatologia, la cardiologia e l’oculistica.
Un riconoscimento speciale al direttore dell’Unità di anestesia e rianimazione, dottoressa Luisanna Cola, il motore che ha dato spinta propulsiva all’attività di procurement ed alla dottoressa Daniela Fiore, coordinatrice locale dell’attività di donazione di organi e tessuti.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana