Post derby infuocato, aggredisce assistente e lo manda al PS: maxi squalifica per dirigente

ECCELLENZA – Il custode della Civitanovese Piampiani stangato fino al 24 settembre 2027

Quattro anni di squalifica per il custode della Civitanovese Sandro Piampiani (out fino al 24 settembre 2027) per quanto successo nel derby di mercoledì in casa della Maceratese (terminato 2-0 per i biancorossi). Questa la motivazione del Giudice Sportivo: “Rilevato dal referto arbitrale che a fine gara un soggetto non in distinta, personalmente riconosciuto dall’arbitro e dal suo assistente, si avvicinava a quest’ultimo con fare intimidatorio e minaccioso, reiterando tale atteggiamento aggressivo anche nella zona antistante gli spogliatoi, mettendo a repentaglio l’incolumità fisica del predetto assistente. Nello specifico si legge nel referto e nel supplemento di gara che il sig. Piampiani Sandro, identificato
quale custode della società Civitanovese Calcio, non in distinta, si avvicinava al sig. Baldisserri Mirko, insultando lo stesso con fare intimidatorio, e proseguiva in tale atteggiamento anche una volta entrati nella zona antistante gli spogliatoi. Il sig. Piampiani non si limitava però ad aggredire verbalmente l’assistente, ma spingeva violentemente al petto lo stesso, causandone, complice la presenza di un gradino, la caduta a terra. A seguito di tale caduta il sig. Baldisserri Mirko batteva i glutei e la testa,
lamentando quale conseguenza di tale caduta dolore alla schiena, vertigini e vista appannata
. Alla luce dell’aggressione subita e delle conseguenze che questa causava in capo all’assistente, l’arbitro interveniva prontamente chiamando in soccorso gli operatori sanitari presenti in campo, che provvedevano a trasportare il sig. Baldisserri al Pronto Soccorso di Macerata. In virtù di quanto sopra esposto, ritenuto il sig. Piampiani Sandro responsabile di condotta violenta nei confronti di un Ufficiale di gara ai sensi dell’art. 35, comma 5 CGS, si decide di sanzionare lo stesso con l’inibizione fino al 24.09.2027. Ai sensi dell’art. 35 c.7 CGS si infligge anche la sanzione considerata ai fini dell’applicazione delle misure amministrative deliberata dal Consiglio Federale per prevenire e contrastare tali episodi, ciò a carico della società Civitanovese Calcio a cui appartiene il responsabile della condotta violenta”.

Andrea Busiello
Author: Andrea Busiello

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS