Porto Sant’Elpidio, approvato il progetto esecutivo per le scogliere emerse

Sindaco Franchellucci: “Si darà concretamente il via ad un intervento fortemente sentito”

Venerdi 4 marzo l’Amministrazione Comunale di Porto Sant’Elpidio ha approvato la determina relativa al progetto esecutivo per il primo stralcio ridotto di scogliere emerse. Entro i primi giorni di questa settimana si approverà la determina a contrarre, vale a dire l’atto che verrà inviato alla Stazione Unica Appaltante per procedere successivamente con l’indizione della gara che determinerà l’impresa vincitrice che effettuerà i lavori.

Nello specifico l’intervento, che avrà un costo di circa 6 milioni 85 mila euro, consisterà nel rifiorimento della soglia sommersa delle barriere soffolte che diventeranno scogliere emerse dal pennello della foce del fiume Tenna fino al sottopasso di via Pesaro. Successivamente si procederà col completamento del primo stralcio dei lavori verso nord fino ad arrivare in prossimità del Fosso dell’Albero.
Insieme verrà realizzata una vasca di prima pioggia vale a dire una vasca di decantazione dell’acqua piovana che permette di mantenere elevata la qualità delle acque balneari. Altra azione che verrà realizzata sarà il ripascimento in prossimità del limite nord dell’intervento che servirà a mitigare gli effetti sottoflutto.
La durata dei lavori, per completare il primo stralcio, sarà di circa un anno e mezzo. L’aggiudicazione dell’appalto avverrà entro maggio e, una volta che la ditta sarà individuata, si deciderà, anche sulla base della stagionalità estiva che prevede comunque uno stop da metà giugno a fine agosto, la data di inizio lavori.

“Finalmente – afferma il Sindaco Nazareno Franchellucci – dopo l’inserimento del progetto delle scogliere emerse nel piano regionale di difesa della costa, si darà concretamente il via ad un intervento fortemente sentito e voluto dall’intera città ormai da anni sotto scacco del mare”.
“E’ una grande soddisfazione – conclude il Vicesindaco Daniele Stacchietti – dopo tre anni e mezzo di una progettazione complicata, difficile e resa ancor più importante dalla gestione degli aspetti ambientali, arrivare agli atti conclusivi e finalmente vedere concretizzarsi l’inizio dei lavori ed il successivo completamento dell’opera che è stato e sarà l’obiettivo di questa amministrazione”.

Giada Berdini
Author: Giada Berdini

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS