Porto D’Ascoli rosso di rabbia: ora fioccano le squalifiche in vista del derby

L'espulsione di Napolano

SERIE D – Tra ingenuità e nervosismo gli “orange” perdono partita e pezzi pregiati

Con lo stesso risultato dell’andata il Chieti batte 2-1 – questa volta in casa – il Porto D’Ascoli che oltre alla sconfitta perde malamente la testa con tre espulsioni, il tutto in vista del derby contro la Sambenedettese in programma domenica prossima al Riviera delle Palme.

Un Porto D’Ascoli dalle due facciate che gioca male nel primo tempo lasciando la possibilità di farsi chiudere nella propria metà campo da un Chieti voglioso. Partita dura, come spesso il Porto D’Ascoli ha affrontato  le partite riuscendo ad oggi a conquistare il quarto posto in Serie D all’esordio nella sua storia. Dapprima dunque la rete di Mele su calcio di rigore. Proteste subito per il fallo di mano di Marini che sembra esserci e penalty trasformato.

Nella ripresa fallo ruvido di D’Alessandro in zona centrale del campo, spostato sulla destra d’attacco, e sacrosanto doppio giallo che lascia gli orange in dieci. Ottima mossa di Ciampelli al livello tattico e squadra che comunque gioca la sua partita anche in inferiorità, meritando il pareggio nel secondo tempo. E l’episodio premia il Porto D’Ascoli. Punizione di Napolano, Spagna devia e altra deviazione verso il portiere Forti che blocca ma poi si trascina la palla in rete, complice anche una spinta evidente da parte di un calciatore del Porto D’Ascoli che allarga il braccio. Non salta nel suo cilindro e sposta il portiere mentre è in volo e già in possesso del pallone. Netta la carica sul portiere, ma per l’arbitro il gol è buono.

Poi il patatrac. Al 92′ paga la scelta di Lucarelli che scegliere Puglielli abile di testa ad insaccare il 2-1. Animi caldissimi e a farne le spese è un nervosissimo capitan Napolano, richiamato anche a fine primo tempo dal fischietto Mallardi per eccessive proteste. Come successo in passato, il Porto D’Ascoli si innervosisce, seppur legittimamente visto che in campo tra panchine si sente sempre di tutto, e nella sconfitta perde la testa. Nelle operazioni dell’arbitro espulso anche mister Lucarelli, oltre al capitano orange. Ma non è finita qui, perché alla ripresa del gioco Rossi punta diretto verso un avversario senza palla che sta viaggiando spedito verso il portiere Testa, altissimo e in possesso palla. La situazione è nettamente di “blocco”, sarebbe giusto l’eventuale giallo al massimo, ma il direttore di gara vicinissimo vede una veemenza di troppo e un gomito alto (che non è assolutamente netto), estraendo il terzo rosso di giornata per la squadra di Ciampelli.

Silenzio stampa per il Porto D’Ascoli al termine della partita che è una vera caporetto in vista del derby contro la Samb. Non ci saranno i due centrocampisti d’esperienza D’Alessandro e Rossi, così come il capitano e leader tecnico Napolano. Possibile anche squalifica per Passalacqua nel concitato finale. In un momento di splendore tecnico per i rossoblù, gli orange si presenteranno molto rimaneggiati ma vogliosi di riscatto.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana