Porto d’Ascoli infuriato: “Ridicolo designare arbitri e guardalinee nel girone in cui risiedono”

Vittorio Massi, presidente Porto d'Ascoli

ECCELLENZA – Il presidente Massi torna al match contro il Valdichienti: “Ricevuto un rigore dubbio, il gol di Shiba era regolarissimo”

Il presidente biancoceleste, Vittorio Massi, torna sugli episodi della partita Porto d’Ascoli e Valdichienti di domenica 11 aprile. “Per prima cosa voglio dare merito al Valdichienti per la vittoria e fare soprattutto i complimenti all’allenatore Giandomenico per come ha preparato la partita. Come presidente del Porto d’Ascoli Calcio, non posso non recriminare la scelta di mandare assistenti della sezione di Macerata contro una squadra della medesima località. Il signor Pascoli è stato protagonista dell’assegnazione immediata di un rigore molto dubbio a nostro sfavore e dell’annullamento di un regolarissimo gol come quello di Shiba per fuorigioco inesistente.
Ritengo sia ridicolo che gli arbitri e guardalinee che risiedono nell’area del girone sud vengano a dirigere gare dello stesso girone, sarebbe opportuno che vadano in quello nord e viceversa, altrimenti c’è il rischio che questa Eccellenza diventi un torneo parrocchiale.

In ultimo, mi chiedo come mai il sottoscritto sia stato squalificato nella passata stagione per essere stato riconosciuto in tribuna usare frasi ingiuriose contro l’arbitro e invece un giocatore autore di due bestemmie in faccia al direttore di gara in uno stadio vuoto non abbia ricevuto nessun tipo di provvedimento”.