Porto D’Ascoli, Ciampelli: “Shiba e Napolano insieme? Nessuno gioca con 4 punte”

Davide Ciampelli

SERIE D – Il tecnico è stato punzecchiato su questa possibilità tattica, ma i biancazzurri volano con le tre punte

Sicuramente una sconfitta che non è andata giù al Porto D’Ascoli che a Montegiorgio cade all’ultimo istante grazie ad un rigore di Spagna al 93′. Bottino vuoto per Ciampelli e la banda biancazzurra che però non cozza con il buonissimo cammino messo in mostra nelle prime giornate: “Sicuramente il Montegiorgio ha fatto meglio – dice onestamente proprio mister Ciampelli – però noi dobbiamo crescere e subito nel non perdere certe gare e farle finire in pareggio“.

Al tecnico poi è stata rivolta una domanda sull’eventuale coppia offensiva Shiba-Napolano. Il primo, rientrato dall’infortunio, è partito dalla panchina mentre il capitano guida come sempre la fase offensiva orange. Il problema è che per quanto possa non sembrare, il Porto D’Ascoli schiera sempre Verdesi e Battista ai lati di Napolano, in un classico 4-3-3. In fase di non possesso le due ali sono molto brave a stringersi ai centrocampisti, creando lo schermo richiesto dal tecnico. Questo non deve far pensare che il Porto D’Ascoli non attacchi, basta infatti guardare azioni a campione e contare la partecipazione di uomini nell’area avversaria.

Dunque il 4-1-4-1 che si viene a formare in fase di non possesso è una scelta che sicuramente migliorerà e muterà in base alle caratteristiche dell’avversario di turno e degli interpreti a disposizione, nonché della maturazione della squadra al suo primo anno di Serie D. Alla domanda su Shiba-Napolano, Ciampelli ha onestamente risposto: “Beh, difficile giocare con quattro attaccanti insieme in queste categorie.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana