Porto d’Ascoli, c’è il sì per giocare al Riviera delle Palme

L’assessore allo sport di San Benedetto, Pierfrancesco Troli, con Giordano Napolano

SERIE D – La neopromossa società avrà un’importante alternativa al Ciarrocchi

di Giuseppe Marzetti

Il Porto d’Ascoli, neo promosso in Serie D, ha ricevuto l’ok definitivo per disputare le partite casalinghe del prossimo campionato al Riviera delle Palme. Un sì che non avrebbe in alcun modo compromesso l’iscrizione in D della squadra portando avanti la soluzione “Ciarrocchi” a porte chiuse.

Decisivo un vertice in Comune questa mattina, con il presidente Vittorio Massi che ha potuto contare sulla fattiva collaborazione del sindaco Pasqualino Piunti, dell’assessore allo sport Pierfrancesco Troli, della dottoressa Talamonti e del responsabile dell’ufficio per lo sport Alessandro Amadio: tutti gli impedimenti tecnici sono stati superati ed è arrivato il via libera per la disponibilità dell’impianto.

Il Porto d’Ascoli, che ha ormai completato le pratiche per l’iscrizione al campionato, conta comunque di giocare diverse partite nella propria casa del “Ciarrocchi”, presso il quale partiranno presto i lavori per rispettare i requisiti richiesti in vista del ritorno del pubblico sugli spalti.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana