Pordenone all’inglese sulla Fermana

SERIE C - I canarini steccano la trasferta friulana. Burrai e Formiconi chiudono immediatamente la pratica

Il Friuli non porta bene ai canarini. Dopo la trasferta amara di Trieste, i gialloblù steccano anche sul rettangolo verde di Pordenone. Un risultato severo e che lascia l’amaro in bocca considerata la mole di occasioni create dai marchigiani, i quali hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo per tutti 90′.

Primo tempo ricco di emozioni al Bottecchia dove la gara si sblocca dopo soli due giri di lancette con un jolly dalla distanza pescato da Burrai che si infila all’incrocio dei pali. Gialloblù che rispondono subito dopo con una staffilata di Urbinati che termina a lato. Due minuti dopo ancora Fermana in fase d’attacco con una ghiotta occasione per Lupoli ma Mazzini salva con il piattone. Al 27′ punizione per il Pordenone con Nunzella che prova il tiro a giro ma la palla termina poco fuori il sette. L’avanzata canarina viene però stoppata al 33′ dai ramarri con IL tiro di Formiconi che vale il raddoppio dei padroni di casa. Al 41′ i gialloblù sciupano una palla gol clamorosa: incornata di Urbinati servito da Petrucci che sfiora il palo destro occupato da Mazzini. Gli ospiti hanno la possibilità di accorciare le distanze al 43′ con Da Silva da calcio piazzato ma la palla si stampa sulla parte superiore del montante. In chiusura di tempo è di nuovo uno strepitoso Urbinati a voler ridurre il divario con un bel colpo di testa ma la sfera prende una traiettoria alternativa alla porta. Prima frazione che termina in favore dei neroverdi. Nella ripresa ad intravedersi per prima nell’area nemica è la Fermana con una semirovesciata di Lupoli, sulla palla si avventa Favo bloccato dai guantoni dell’estremo difensore ramarro. Proseguono le occasioni da una parte all’altra. Al 34′st Sperotto sfoggia la carta del possibile riacciuffo con una schiacciata di testa che colpisce in pieno la parte alta della traversa. Nel finale, è Mane a tentare di schiodare il tabellino con un colpo di testa che si rivela debole e facile preda di Mazzini. 

Il Tabellino

PORDENONE (4-3-3): 12 Mazzini, 2 Formiconi, 4 Stefani, 26 Bassoli, 23 Nunzella, 21 Misuraca, 8 Burrai, 33 Zammarini (41′st 31 Caccetta), 10 Berrettoni (18′st 5 Bombagi), 7 Nocciolini (28′st 6 Parodi), 9 Gerardi (41′st 27 Magnaghi). A disp: 1 Perilli, 5 Bombagi, 6 Parodi, 11 Cicerelli, 16 Peressutti, 17 Ciurria, 20 Silvestro, 27 Magnaghi, 31 Caccetta. All: Fabio Rossitto

FERMANA (4-4-1-1): 1 Valentini, 4 Urbinati (30′st 2 Mane), 5 Comotto, 7 Petrucci (18′st 18 Maurizi), 14 Capece (18′st 16 Rossetti), 15 Clemente, 21 Gennari, 23 Favo (8′st 32 Cognigni), 25 Da Silva, 29 Lupoli (30′st 17 Sansovini), 30 Sperotto. 12 Ginestra, 2 Mane, 6 Ferrante, 13 Saporetti, 16 Rossetti, 17 Sansovini, 18 Maurizi, 19 Ciarmela, 24 Grieco, 26 Equizi, 27 Salifu, 32 Cognigni. All: Flavio Destro

Arbitro: Capone di Palermo

Assistenti: Pacifico di Taranto e Salvalaglio di Legnano

Reti: 2′pt Burrai (P), 33′pt Formiconi (P),

 

Ammoniti: 25′pt Da Silva (F), 3′st Nunzella (P), 10′st Gerardi (P), 36′st Bombagi (P), 46′st Rossetti (F)

Dalla Home

Articolo Successivo

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia