Popsophia a Civitanova, Ciarapica incontra Ercoli: “Dalla crisi si esce con più cultura”

Il Sindaco: “Avvieremo una nuova stagione di grandi eventi”

Incontro formale e molto cordiale quello svoltosi questa mattina nella sede municipale tra il Sindaco della città Fabrizio Ciarapica e il prof. Evio Hermas Ercoli, presidente dell’associazione Popsophia. Una lunga ed approfondita discussione sulle condizioni delle attività culturali nella regione Marche e nella città di Civitanova Marche, anche alla luce dell’emergenza covid e della crisi sanitaria di questo difficile 2020. Un incontro importante e ricco di prospettive.


“Da quando questa amministrazione si è insediata, uno dei suoi obiettivi è stato quello di riportare Popsophia a Civitanova Alta – ha dichiarato al termine del colloquio il sindaco Fabrizio Ciarapica – Abbiamo restituito alla città il festival del contemporaneo che è nato a Civitanova e che ha avuto tanto da offrire alla nostra collettività.
Ora, dopo la crisi che abbiamo vissuto nei primi durissimi mesi dell’anno, dobbiamo inaugurare una stagione nuova. Come sindaco con delega alla cultura mi sento impegnato su questo fronte. Voglio imprimere una svolta ai programmi culturali della città. Innanzitutto favorendo un nuovo clima di apertura, di tolleranza e di rispetto di tutte le realtà impegnate nell’arte e nello spettacolo. Poi avviando una nuova stagione di grandi appuntamenti e di grandi eventi.
Dalla crisi si esce con più cultura; non sospendendo le iniziative, ma impegnando tutte le nostre forze, da quelle comunali a quelle dell’Azienda dei Teatri. Tutti uniti per superare le limitazioni e gli impedimenti dell’emergenza sanitaria. Se ci siamo fermati, è per ripartire con più grinta e con grande caparbietà. Proprio in questo sforzo Popsophia deve essere e sarà al nostro fianco e dopo l’incontro di oggi posso dire con tutta tranquillità che questa politica così ambiziosa si può realizzare”.

Dal canto suo il prof. Ercoli ha voluto sottolineare come Civitanova abbia per prima realizzato “un modello che nel suo decennale ha ancora molto da regalare alla società marchigiana. Proprio nel tessuto urbano di Civitanova Alta, Popsophia ha rappresentato davvero l’incontro del passato con il mondo contemporaneo, con la sua dinamicità e complessità.
In questi anni ci siamo continuamente rinnovati e il covid non poteva fermarci. Con umiltà e tanta ostinazione abbiamo imboccato nuove strade: il primo evento dal vivo online; il primo festival live in Italia, piattaforme digitali di grande potenza… Con il web l’asticella della qualità si è alzata ancora di più; bisogna programmare seriamente; essere temerari e veramente innovativi. Dalla crisi si esce con più cultura? Su questa verità concordiamo pienamente con il sindaco”.
Alla fine un affettuoso saluto a distanza e la promessa di rivedersi presto.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi