Pomeriggio incredibile a Marassi: l’Ascoli esce dalla Coppa Italia ai rigori

COPPA ITALIA – Sfida emozionante, epilogo dopo i penalty ad oltranza: gran prestazione della squadra di Bucchi

Incredibile epilogo quello allo stadio Marassi di Genova per i sedicesimi di finale di Coppa Italia 2022-2023. L’Ascoli esce sconfitta nella lotteria dei rigori con un risultato, complessivo dei penalty, che si fissa sull’11-10 per la Sampdoria di Stankovic. 

Squadre che non mettono in campo tanta voglia di dare spettacolo, soprattutto nella prima parte di gara. Pochi giri, giusto agonismo. A passare in vantaggio sono i padroni di casa dopo 10′ con Verre, uno dei più mobili e vogliosi in campo, che si insinua palla al piede tra le maglie della difesa ascolana, molto alta dopo un errore in costruzione, scappa verso la porta e in diagonale interno batte Guarna. La Samp palleggia, l’Ascoli pareggia. Al 33′ Botteghin decide di mostrare il perché della sua esperienza, viene a giocare palla al piedi nel cuore del campo e offre un tracciante meraviglioso per l’inserimento di Collocolo, abile a battere Contini.

Nella ripresa la squadra di Stankovic continua a giocare, a cercare di creare, ma a mangiarsi due gol è il neo entrato Gondo. Prima con un colpo di testa su assist da punizione di Falasco (sfera che tocca l’esterno della rete) poi ringalluzzendo una palla morta in area di rigore su cui Contini è bravo in uscita. Secondo tempo che scorre via tra cambi e poche altre occasioni. La Sampdoria non trova mai la via della pericolosità. Si va dunque ai supplementari e lì c’è ancora spettacolo. Al minuto 110 scambio Bidaoui-Gondo, quest’ultimo dribbla ancora in area ed offre alla corrente Donati che, ad altezza dischetto, piazza il diagonale vincente. Il Picchio esplode di gioia. La Samp però crede ancora nel pareggio e lo trova. A due minuti dal 120′ bella azione dalla sinistra, cross di Augello per Caputo che di testa batte Guarna. Non c’è altro da fare che andare alla lotteria dei rigori.

Guarna para i rigori a Villar e Caputo, l’Ascoli spara alto con Falasco. Al quinto rigore bianconero, quello decisivo, Caligara si fa respingere il rito da Contini e si va d oltranza. Otto gol consecutivi all’oltranza e a deciderla sono i portieri. Contini segna, Guarna si fa respingere il rito. La Samp tira un sospiro di sollievo e passa il turno di Coppa Italia andando ad affrontare la Fiorentina a Gennaio. Testa in su per il Picchio che ha accarezzato l’idea di espugnare il Del Duca con il gol al 110′ di Donati, salvo poi cadere soltanto nella lotteria dei rigori. 

SAMPDORIA – ASCOLI 2-2 (11-10 d.c.r.)

SAMPDORIA (4-2-3-1): Contini; Conti, Ferrari, Amione (1’ pts Augello), Murru; Yepes (28’ st Leris), Rincon (1’ st Villar); Pussetto (1’ st Djuricic), Verre, Sabiri (19’ st Gabbiadini); Quagliarella (1’ st Caputo). A disp. Audero, Ravaglia, Vieira, Villa, Trimboli. All. Stankovic.

ASCOLI (3-5-2): Guarna; Tavcar, Botteghin, Falasco; Adjapong (37’ st Donati), Collocolo (37’ st Falzerano), Giovane (37’ st Eramo), Caligara, Giordano (1’ sts Quaranta); Lungoyi (13’ st Gondo), Mendes (13’ st Bidaoui). A disp. Bolletta, Dionisi, Palazzino, Fontana.

ARBITRO: Zufferli di Udine

RETI: 9’ pt Verre (S), 33’ pt Collocolo (A), 5’ sts Donati (A), 13’ sts Caputo (S)

NOTE: Ammoniti Rincon (S), Yepes (S), Tavcar (A), Conti (S). Al 39’ pt allontanato dalla panchina dell’Ascoli il collaboratore tecnico Giampieretti. Spettatori  4.738 per un incasso di 28.492,00 €. Rec. 3’ pt, 3’ st.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS