Poderosa, serve un’impresa a Udine per ripartire

BASKET A2 – Gialloblu in campo domenica (domani) alle 18 a caccia del colpaccio sul parquet friulano. Sarà il primo dei tre big match in otto giorni per i veregrensi

Inizia da Udine un trittico da brividi per la Poderosa Montegranaro, che in otto giorni sfida tre delle formazioni più attrezzate del campionato. Si parte dal Carnera per il match contro una Old Wild West affamata di punti dopo essere incappata in ben tre sconfitte consecutive. I bianconeri appaiano la Poderosa a quota 6 in classifica ma sicuramente si aspettavano molto di più in un inizio di stagione che invece ha riservato più dolori che gioie.

La squadra di coach Alessandro Ramagli è una vera corazzata, costruita per provare a guardare verso la Serie A, ma finora ha carburato solo a tratti. Il roster è comunque di assoluto valore, a partire dal tandem americano. La guardia TJ Cromer è il go to guy: finora 17,9 punti, 3,7 rimbalzi e 4,6 assist per il funambolo arrivato in estate da Kharkiv, in prima divisione ucraina. Ma l’altro straniero è un certo Gerald Beverly, sceso dalla Serie A di Brescia per avere un ruolo di maggiore impatto: per il lungo Usa finora 13,4 punti con un roboante 68% da 2 e 6,8 rimbalzi a partita. Ma anche il pacchetto italiani è di assoluto prestigio, in tutti i ruoli. In cabina di regia si alternano un attaccante di talento come Andrea Amato (9,8 punti, 3,0 rimbalzi e 3,2 assist) e un regista più ordinato come Lorenzo Penna (1,7 punti e 2,5 assist a gara), mentre ad ondeggiare tra i ruoli di guardia e ala c’è una schiera di veterani da far paura. Partiamo dall’ex Sutor Michele Antonutti, micidiale con il suo tiro da fuori (12,7 punti col 55% dall’arco ma anche 6,4 rimbalzi), proseguiamo con l’italo-argentino Agustin Fabi (9,3 punti col 45% da 3 e 3,0 rimbalzi) e un ex Mvp del campionato come Riccardo Cortese (7,9 punti col 44% da 3, 3,8 rimbalzi e 2,1 assist) per finire con il “figliol prodigo” Vittorio Nobile, tornato nella sua Udine dopo l’infruttuosa esperienza in B a Reggio Calabria (per lui 3,0 punti e 2,2 rimbalzi a gara). Completa le rotazioni nel pacchetto lunghi l’emergente Giacomo Zilli, lanciato da coach Ciani ad Agrigento e ormai pivot solido per la categoria: per il friulano doc ci sono 4,3 punti e 2,6 rimbalzi a partita.

Team che ha talento e profondità per fare male a chiunque, oltre alla rabbia di chi ha bisogno come il pane di prendersi i due punti. Ma la Poderosa non può fare sconti per cancellare la debacle di domenica scorsa contro Roseto. I gialloblu, in partenza nel pomeriggio odierno alla volta del Friuli, saranno ancora una volta privi di Matteo Berti, che sta recuperando dalla distorsione alla caviglia patita ormai dieci giorni fa, mentre gli altri hanno tutti smaltito i rispettivi acciacchi.

La gara sarà trasmessa in differita lunedì alle ore 20.15 su TVRS (canale 11 del digitale terrestre).

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS