“Piunti si è rimangiato la mozione sull’ospedale votata in Consiglio”, Urbinati non molla

Fabio Urbinati

Il responsabile di Italia Viva accusa il comitato Madonna del Soccorso di essere al servizio della destra ascolana

Sale la tensione sulla sanità locale. La querelle nella Lega sull’ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto innesca la reazione del responsabile Marche di Italia Viva Fabio Urbinati. “Ci vorrebbe la musichetta di Benny Hill, siamo ormai alle comiche”, ironizza Urbinati. Prosegue l’ex consigliere regionale: “Hanno usato il tema della sanità pubblica per i propri scopi elettorali”.

“Titolari di cliniche private – l’affondo – diventano responsabili del settore Sanità di partiti di centrodestra. Il centrodestra e il sindaco Piunti cambiano indirizzo politico sull’ospedale di San Benedetto rimangiandosi una mozione votata all’unanimità dal Comune che ha portato più di mille persone in piazza.
Quelli che hanno portato in piazza tanta gente sono quasi tutti candidati nel centrodestra, uno addirittura è candidato sindaco e sembra essersi dimenticato del nostro ospedale. Un comitato chiamato ‘Madonna del Soccorso’ con il suo presidente che organizzò il corteo delle mille persone in piazza, ormai silente ed imbelle al servizio della destra Ascolana. Un consigliere regionale del centrodestra che dopo anni di lotte proteste e cortei viene a dirci che avremo un ospedale di primo livello su due plessi. Quindi manterremo l’Area vasta 5 attiva da 15 anni come se tutto fosse perfetto.

Però nel frattempo il Madonna del Soccorso perde pezzi e il Mazzoni si rafforza potenziando il polo radiologico del Pronto soccorso e il nuovo reparto di malattie infettive. Purtroppo – conclude Fabio Urbinati – cittadini presi in giro e verità nascosta. Se non sono comiche queste”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi