Piscina Gregori, altri 400mila euro per il restyling del primo piano

L’assessore Capriotti: “I lavori non disturberanno l’attività natatoria che riprenderà per la fine di gennaio 2023”

Servono altri 400mila euro per completare l’intervento di riqualificazione della Piscina Comunale Gregori di San Benedetto del Tronto. La giunta Spazzafumo ha approvato  il progetto preliminare e definitivo per il recupero e la messa a norma del primo piano, che ospita le palestre. L’appalto per il rifacimento del tetto dell’impianto natatorio fu assegnato per un importo di 587mila a cui si sono aggiunti 200mila euro per l’aumento del costo dei materiali edili, arrivando a un totale di 787mila euro più Iva. Ora si aggiungono altri 400mila euro.

L’assessore ai Lavori pubblici Antonio Capriotti chiarisce come stanno le cose: “Il progetto per la sistemazione del tetto della piscina coperta viene completato in questi giorni. Prossimamente si provvederà a vuotare la vasca, riempirla con acqua pulita e igienizzare l’impianto e le tubature. Contiamo di riaprire al pubblico entro il mese di gennaio 2023”.

 

Ma il primo piano, quello delle palestre, non è pronto. “Per quanto riguarda l’area tra il piano della vasca e il tetto – spiega l’assessore ai Lavori pubblici –  ci siamo attivati per rimetterlo in sesto, in quanto la riqualificazione di questa zona non era compresa nel progetto e nell’appalto.

Questa settimana abbiamo approvato in giunta il progetto preliminare e definitivo per porre rimedio alle continue infiltrazioni di acqua piovana  attraverso la copertura, che nel tempo hanno danneggiato l’interno della struttura.

Ora non sono praticabili le palestre del primo piano e la gradinata dove si siedono le mamme a guardare i bambini che fanno nuoto. L’intervento richiede un impegno economico di 400mila euro. Parteciperemo a un bando per la compartecipazione di 100mila euro della Regione Marche”.

Conclude Capriotti: “I lavori al primo piano non daranno problemi alle attività natatorie della piscina coperta, che dovrebbero riprendere a fine gennaio 2023”.

Franco Cameli
Author: Franco Cameli

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS