Pioggia di espulsioni: il Castello non crolla, Atletico Ascoli fermato

ECCELLENZA – La capolista fa 1-1 in casa contro i biancoverdi, espulsi Ruiz e Minnozzi che salterà la gara decisiva ad Urbino

Alla fine è un punto d’oro per il Castelfidardo, non certo per l’Atletico Ascoli. Il Castello non cade e la formazione ospite rimanda la fine di questa straordinaria Eccellenza all’ultima giornata in quelli che saranno i novanta minuti decisivi tra i bianconeri e il Fossombrone.

La gara, per i valori in campo, è in mano alla squadra di Pirozzi – peraltro privo di capitan Casale e Traini – che nel primo tempo si presenta più volte dalle parti dell’ex David. Occasione più ghiotta dopo otto minuti: giocata che si ripeterà all’infinito di Di Ruocco che punta dalla sinistra e crossa, David stesso devia e, appena fuori l’area, Minnozzi calcia trovando salvataggio sulla linea di Fabbri. Giusto un preludio, perché il gol arriverà sempre su cross dalla sinistra, sugli sviluppi di un corner al 27′, trovando il tap in vincente di Gabrielli che, con la fascetta al braccio, segna un gol importantissimo per le sorti della sua squadra. Diversi i tiri bianconeri poi, soprattutto con Di Ruocco ed Esposito, ma il Castello tiene e anzi si presenta anche a giocare in avanti.

I biancoverdi infatti rientrano bene dagli spogliatoi cercando di tenere la capolista sulla propria trequarti. Episodio chiave dopo dieci minuti e sarà fondamentale anche in ottica ultima giornata. Ruiz si accartorccia con Minnozzi. L’arbitro lascia correre ma a fine azione ampio colloquio con il guardalinee che ha visto tutto. Soprattutto indice una reazione ed esagera nella punizione ai due interpreti: doppio cartellino rosso. La gara chiaramente si incattivisce. A sorriderne è il Castelfidardo che trova il gol del pareggio: azione sviluppata sulla sinistra, cross sul secondo palo e capocciata di Ristovski che disegna una parabola creativa sul secondo palo, guardandola infilarsi in rete. Doccia gelata per la squadra di Pirozzi. A riportare un minimo di sorriso ci pensa di Ruocco che scappa sulla trequarti e vola in porta ma Bandanera, appena entrato proprio nelle dinamiche dell’espulsione precedente, lo falcia. Il Castelfidardo rimane in nove uomini ed ora si che deve reggere le mura. David da buon ex para tutto: prima su Esposito e poi su Filiaggi, neoentrato nel finale. L’ex Colli impatta anche un clamoroso traversa-linea che strozza in gola l’urlo del gol vittoria. Niente da fare. Servirà l’ultima giornata per chiudere questa combattutissima Eccellenza, il tutto ad un solo punto di distanza tra Atletico Ascoli e Fossombrone.

ATLETICO ASCOLI – CASTELFIDARDO 1-1

ATLETICO ASCOLI: Battistelli, Marucci, Sabatini, Lanza, Gabrielli, Felicetti (32’st Filiaggi), Di Ruocco, Esposito (44’st Ambanelli), Di Matteo (32’st Cicconi), Minnozzi, Vechiarello.
A disp. Novi, Casale, Ferrara, Capponi, Andreucci, Marini.
All. Pirozzi

CASTELFIDARDO: David, Coppi, Fabbri, Francesconi (17’st Bandanera), Fabiani, Ruiz, Guella, Fermani (39’st Crescenzi), Braconi (44’st Goma), Ristovski (27’st De Min), Cognini.
A disp. Niccolini, Galli, Pasquini, Suarato, Testa.
All. Giuliodori

Reti: 28’pt Gabrielli (A), 20’st Ristovski (C)

Note: 10’st espulsi Minnozzi (A) e Ruiz (C) per reciproche scorrettezze, 26′ Bandanera (C) per fallo da ultimo uomo.

Matteo Rossi
Author: Matteo Rossi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS