Piceno Cinema Festival, “Non aspettare” di Daniel Bondi vince il premio Città di San Benedetto del Tronto

Chiusa col botto la prima settimana

Al cortometraggio “Non Aspettare” di Daniel Bondì è andato il premio Città di San Benedetto, prima delle sette settimane del Piceno Cinema Festival. Il film è incentrato sulla dissonanza tra percezione pubblica e realtà privata nelle relazioni intime. L’esclusivo premio realizzato dallo scultore Cesare D’Antonio è stato consegnato dal sindaco di San Benedetto del Tronto, Antonio Spazzafumo nelle mani di Giordano Maselli, autore della colonna sonora.

“Questo festival -ha affermato il primo cittadino rivierasco- ribadisce il binomio territorio-cinema e questa è un passo importante che sprona anche la politica a muoversi nella stessa direzione: la condivisione. Sono felicissimo che quest’anno siano state coinvolte ancora una volta le scuole e trovo molto importante la sezione inclusività: complimenti agli organizzatori”.
Per la sezione Inclusività, riconoscimento al film Anna prodotto dall’Associazione Artistic Picenum presieduta da Giuseppe Cameli. Il cortometraggio si è meritato un giusto riconoscimento per la sua abilità nel trattare con rigore e profondità la tematica dell’Alzheimer, dimostrando che il cinema può fungere da veicolo per l’inclusione e la comprensione.
Menzione d’onore per il film fuori concorso Unlucky to love you, diretto da Mauro John Capece, capace di fondere nella sua opera gli elementi classici del genere Noir con un contesto italiano contemporaneo. Molto apprezzata dal pubblico la mostra “I Felliniani”, curata dallo storico fotografo del cinema Giuseppe Di Caro.

Alla serata finale erano presenti anche due eccellenza del cinema internazionale i registi Enrico Vanzina, presidente onorario della giuria e Giuseppe Piccioni che hanno arricchito con i loro interventi il galà andato in scena al Teatro San Filippo Neri di San Benedetto del Tronto.
“E’ un onore per me essere il presidente di Giuria di questo festival- ha detto Enrico Vanzina– perché eventi come questi fanno bene al cinema e avvicinano le persone all’arte che tanto amiamo: unire arte e territorio, condividere le bellezze del Piceno alle emozioni del grande schermo è una formula vincente”.
“Questo evento -ha aggiunto Giuseppe Piccioni- ribadisce l’importanza della sala per il nostro mondo del cinema. Mi auguro che le persone tornino a condividere l’esperienza di un film, a vivere tra gli altri le emozioni dell’arte senza isolarsi nelle proprie case. Sono felice che il Piceno, a me caro, esprima una realtà così bella e interessante come questo festival”.
Il festival, lasciato San Benedetto, si sposta ora al Teatro Mercantini di Ripatransone. Appuntamento il 2 e 3 novembre con il concorso cinematografico e tanti ospiti tra cui Giorgio Borghetti, Pasquale De Cristofaro e Fortunato Cerlino.

Author:

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS