“Persone pericolose”: raffica di espulsioni dal capoluogo

Attività in materia di immigrazione

Proseguono le attività della Questura di Ancona, impegnata nel garantire la sicurezza della comunità dorica e dei cittadini residenti nella provincia. Nell’ultima settimana, diversi sono stati i provvedimenti di espulsione emessi.

Un cittadino gambiano è stato accompagnato al CPR di Bari, dopo essere stato assoggettato ad espulsione emessa dal Prefetto di Ancona come persona pericolosa in quanto gravata da precedenti penali e di polizia per furto aggravato, furto con destrezza, danneggiamento aggravato, e per la violazione della legge sugli stupefacenti.

Ancora, un cittadino marocchino è stato accompagnato alla Frontiera aerea di Bologna in esecuzione di un’espulsione giudiziaria emessa a suo carico dal magistrato di Sorveglianza di Ancona come alternativa alla detenzione in carcere. Lo straniero risultava gravato da precedenti penali e di polizia per resistenza, violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, lesioni personali, furto con destrezza, calunnia, porto d’armi o di oggetti atti ad offendere, stupefacenti, rapina impropria e per danneggiamento.
Un cittadino boliviano, irregolare sul territorio, è stato assoggettato ad espulsione con contestuale ordine del Questore di Ancona a lasciare il territorio nazionale entro il termine di 7 giorni. Il predetto risulta essere stato denunciato alle competenti Autorità Giudiziaria per prostituzione, e per aver violato più volte la legge sull’immigrazione.
Un cittadino tunisino, lo scorso 26 settembre è stato assoggettato ad espulsione, come persona pericolosa, con contestuale ordine del Questore a lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni. Il predetto, irregolare, risulta gravato da precedenti penali e di polizia per stupefacenti, rapina impropria, resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali, rapina, ricettazione, furto in abitazione, danneggiamento, e per evasione.

In ultimo, un cittadino del Bangladesh, irregolare sul territorio, è stato assoggettato ad espulsione con sottoposizione alle misure, disposte dal Questore, di trattenimento del Passaporto con obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia