Pelamatti bravissimo, Carpani decisivo

Carpani della Recanatese

Le pagelle della Recanatese

Meli 6,5: due parate importanti sullo 0-0 per sbarrare la strada a Spagnoli e Basso. Nella ripresa diventa spettatore riuscendo nell’impresa di chiudere la partita inviolato per la seconda volta in tre gare al Tubaldi dall’avvento di Filippi in panchina.

Shiba 6: tiene la posizione limitando i rischi. Il compito diventa molto più agevole quando l’Ancona rimane in inferiorità numerica. Rimedia un cartellino giallo che induce mister Filippi a sostituirlo.

Veltri (dal 18’st) 6: entra subito in partita assicurando tranquillità da braccetto destro.

Ferrante 6,5: mette la museruola a Spagnoli portandolo fuori dall’area o in posizione esterna. Nelle sortite offensive è sempre pericoloso.

Peretti 6,5: dalle sue parti la Recanatese non corre pericoli. Prima Giampaolo poi Energe sbattono duro non riuscendo mai a creare opportunità interessanti.

Raimo 7: arrembante nella spinta e sicuro nei ripiegamenti difensivi. Dal suo affondo sulla destra, corredato da traversone col contagiri, scaturisce il vantaggio di Pelamatti.

Carpani 7,5: nel finale del primo tempo esalta i riflessi di Perucchini sfiorando il raddoppio che trova nella seconda frazione con un inserimento che taglia come il burro la retroguardia dorica. Sulla vittoria giallorossa lascia un segno evidente.

Fiorini (dal 31’st) 6: gestisce i ritmi nell’ultimo tratto di partita facendo girare la palla.

Raparo 6,5: cuce la manovra con precisione assicurando geometrie e allo stesso tempo equilibrio. Non rischia giocate inutili dedicandosi alla concretezza.

Morrone (dall’11’st) 6: rileva Raparo portando forze fresche e sagacia tattica nella zona nevralgica.

Pelamatti 7: autografa un gol da cineteca presentandosi puntuale all’invito dell’altro esterno Raimo. Risponde presente alla chiamata di Filippi che lo sceglie per rilevare l’infortunato Longabardi.

Sbaffo 6,5: non segna, ma disegna assist e vede linee di passaggio che altri non scorgono, come quella per Lipari, frenato da Perucchini. Spazia tra le linee, allargandosi quando non ci sono spazi al centro, e apre varchi per gli inserimenti dei compagni.

Lipari 6,5: sfiora il raddoppio, negato da Perucchini. Quando ha la palla tra i piedi possono nascere sempre pericoli per gli avversari, anche se a volte si ostina a portarla troppo.

Mazia (dal 31’st) 6: vivace, ma sbaglia troppe opportunità per il tris che avrebbe avuto un peso specifico notevole in ottica scontri diretti nell’ipotesi di arrivo a pari punti con l’Ancona a fine campionato.

Melchiorri 6,5: manca il gol dell’ex timbrando la traversa pochi minuti prima del raddoppio di Carpani. Tiene impegnati i centrali dorici svolgendo un lavoro prezioso anche in fase di non possesso.

All. Filippi 7: tre successi contro Vis Pesaro, Pescara e Ancona in altrettante partite al Tubaldi sotto la sua gestione. In casa procede a punteggio pieno, adesso deve invertire il trend esterno per sperare nella salvezza diretta.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS