Pd spaccato, ore decisive per Mangialardi

Un isolato Romano Carancini tra i banchi vuoti

Giorni caldi nel partito, la segreteria chiede le dimissioni del capogruppo in regione

Lunedì nella direzione del partito una serata turbolenta alla ricerca dell’agognata unità, ieri mattina una giornata di silenzi, riunioni e musi lunghi, nel palazzo del consiglio regionale e oggi? Da oggi inizia l’attesa che potrebbe pure durare almeno fino a dopo Pasqua. Sul tavolo c’è la relazione della segretaria regionale del Pd Chantal Bomprezzi che, nel corso del lungo resoconto letto in occasione dell’infuocata Direzione dem ad Ancona, ha sfiduciato il capogruppo in Regione Maurizio Mangialardi, con cui i rapporti sono tesi e appaiono irrecuperabili, invocando “un cambio di passo e di guida” e chiamandolo ad “un gesto di responsabilità”. Un’indicazione più che esplicita agli 8 dem del gruppo consiliare, plasticamente e visibilmente diviso. Anche ieri in aula un via vai tra chi era dentro e chi si affacciava per vedere chi c’era, con ad un certo punto il solo Romano Carancini ad occupare il posto riservato all’opposizione dem e ad intervenire sul mancato inserimento dello Sferisterio nella lista Unesco presentata dalla Regione per il riconoscimento dei teatri storici delle Marche. Mentre nella stanza dei democratici si consumava l’ennesimo aspro confronto interno con i toni che si sono alzati tanto da essere uditi anche dall’esterno. Resta inteso che da statuto la segretaria del partito non può chiedere le dimissioni da capogruppo ma, al massimo, è il gruppo consiliare stesso che può votarne la sfiducia. Al momento Mangialardi continuerebbe ad avere la maggioranza dei voti, seppure gli scenari sembrano molto diversi rispetto a quel precedente di circa un anno fa quando l’ex sindaco di Senigallia che alle Primarie sosteneva Michela Bellomaria e non la poi eletta Bomprezzi, rimise il mandato nelle mani del gruppo. Dimissioni che, allora, furono respinte. Chissà che stavolta, invece, non arrivi una richiesta differente da parte del gruppo?

Manolita Scocco
Author: Manolita Scocco

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS