Pasquali: “Sono un consigliere socialista non iscritto al Psi”

Umberto Pasquali

“Sotto la segreteria di Giuseppe Laversa è successo che per la prima volta, dal secondo dopoguerra, il Psi non ha rappresentanti in Consiglio”

“Datemi del socialista”. L’ex segretario del Psi Umberto Pasquali rivendica l’appartenenza al socialismo. “Ho appreso nel corso di un’intervista di una televisione che la nuova segretaria del Psi di San Benedetto del Tronto Rachele Laversa ha invitato gli organi di informazione a non associare il mio nome al socialismo. Io sono stato segretario per 15 anni, fino alla rottura di un anno fa: finché ci sono stato io, lei non era tesserata, ma ora la ritroviamo segretaria del partito”.

Continua: “Dal dopoguerra non era mai accaduto  che nel Consiglio comunale di San Benedetto del Tronto non ci fosse un rappresentante del partito. Adesso ci sono io che rappresento me stesso e l’idea socialista, mentre il padre Giuseppe, segretario all’epoca delle elezioni, è riuscito a non fare eleggere nessuno. A San Benedetto il Psi non esiste più, è diventato una cosa tra famigliari”.
Conclude: “Non sono più tesserato al Psi ma sono socialista nelle idee: idee che porto in Consiglio, per cui Pasquali è consigliere socialista”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana