Partita intensa e poi le lacrime: Mattia Martedì e il pensiero al fratello Michele

Mattia Martedì in azione

ECCELLENZA – Il terzino destro della Jesina non ha risparmiato le emozioni contro l’Anconitana

L’ultima immagine in campo è quella di Mattia Martedì, calciatore della Jesina, che dopo il derby contro l’Anconitana resta lì, commosso a pensare a suo fratello. Michele, parrucchiere ucciso al Pinocchio lo scorso otto dicembre. L’amore per il calcio era da sempre condiviso e sicuramente Mattia avrà avuto affianco suo fratello per tutto l’arco della partita. La prima dopo la tragedia. In campo c’è intensità ma appena dopo il fischio finale la commozione ha preso il sopravvento. Cresciuto nella Nuova Folgore come Michele, Mattia non perdeva mai l’occasione per seguire i consigli del fratello e della famiglia, orgogliosi per il suo percorso calcistico. Ora un vuoto riempie il petto e il calcio spesso fa venire a galla tutti i sentimenti di più puri, positivi o negativi che siano.