Parte un colpo di fucile, braccio in frantumi

Provvidenziale l’intervento della Croce Verde di Serra San Quirico

Si è presentato nella sede della Croce Verde di Serra San Quirico con un braccio spappolato dopo un colpo di fucile partito in modo accidentale durante una battuta di caccia. Il fatto è accaduto attorno alle 17 ed ha visto come protagonista un uomo di 60 anni che per cause non meglio precisate si è presentato ai volontari della Croce Verde con una emorragia in corso a seguito di un colpo di fucile.

Vista la gravità della situazione il personale della Croce Verde si è messo in contatto con la centrale operativa del 118. Sul posto è intervenuta l’automedica oltre all’elisoccorso che ha poi provveduto al trasporto dell’uomo in codice rosso  al pronto soccorso dell’ospedale regionale di Torrette. Determinante il primo intervento di soccorso portato avanti dai volontari della Croce Verde di Serra San Quirico che in qualche maniera sono riusciti a tamponare l’emorragia.

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri a cui spetterà l’incarico di ricostruire quanto accaduto durante la battuta di caccia in poche parole capire come sia partito questo colpo di fucile. Condizioni di salute dell’uomo che vengono definite gravi anche per la quantità di sangue che ha perso anche se non sembrerebbe in pericolo di vita.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia