Pantana (Uniti nel Centrodestra) commenta la situazione delle scuole della provincia di Macerata

Deborah Pantana, consigliere provinciale

“Non trovo corretto che proprio un insegnante impedisca ad un alunno di poter studiare nella città dove vive”

Riceviamo e pubblichiamo da Deborah Pantana, consigliere provinciale

E’ con rammarico constatare che una legittima protesta di giovani studenti venga strumentalizzata dalla politica, e da chi candidata alle Europee e nonché vice sindaco di Macerata, non comprende quanto sia importante per i ragazzi la tranquillità dei luoghi dove si studia e dove vengono trascorsi gli anni più belli della gioventù e si creano ricordi che rimangono per sempre.

Notizie fuorvianti girano tra i giovani studenti e le loro famiglie di un trasferimento che comporterebbe addirittura il cambio di professori per ogni sezione che verrà allocata nella mitica scuola che tutti chiamiamo “Ragioneria”, in ricordo degli anni in cui studenti e futuri ragionieri, come me, occupavano ogni minimo spazio di quell’Istituto.

Probabilmente chi ha convocato autonomamente il 3 giugno un consiglio d’istituto, lo ha fatto per sobillare i ragazzi, adducendo come motivazione anche il cambio di professori, fatto impossibile in quanto la Provincia non è competente sulla didattica di un istituto;  e mi rifiuto di credere che coloro che oggi insegnano nelle sezioni del centro storico cambino classe perché non vogliono seguire i loro studenti in un’altra scuola, dove tra l’altro sono state rifatte aule, bagni, parcheggi e palestre. E’ ovvio che questo è solo l’inizio, in quanto ci vorranno almeno tre anni per sistemare tutte le scuole della città di Macerata, danneggiate dal sisma e collocate in modo provvisorio, a quel punto quando la situazione sarà tornata alla normalità è ovvio che il Liceo Scientifico avrà un istituto tutto per sè.

La collaborazione del Comune di Macerata al Liceo Scientifico a cui fa riferimento la Monteverde è quella data nel 2016, quando il Presidente Pettinari aveva concordato il trasferimento ai Salesiani, poi l’amministrazione Carancini ha fatto di tutto per trasferirci la Media Mestica?

Allora intanto l’Amministrazione Comunale di Macerata restituisca gli immobili del Pannaggi e del Professionale alla Provincia, poi sempre l’assessore Monteverde, ci dovrebbe spiegare la situazione delle Medie Enrico Fermi insieme ad alcune sezioni della Dante Alighieri, che mette a dura prova ogni mattina la viabilità di via Pace e via Maffeo Pantaleoni, con la pazienza dei ragazzi che si trovano a dover coabitare in un’unica scuola a limite dell’agibilità. Poi questa amministrazione comunale ci  dovrebbe dire come mai le scuole Medie previste alle Casermette fanno fatica a vedere una luce definitiva.

In conclusione è veramente triste da genitore leggere un verbale di un consiglio d’istituto dove dei professori invocano un indirizzo del ministero per impedire a dei ragazzi di avere una sezione del Liceo Linguistico a Macerata, costringendo le famiglie a rivolgersi a Recanti o altrove. Non trovo corretto che proprio un insegnante impedisca ad un alunno di poter studiare nella città dove vive, bell’esempio di educatore sia da un punto di vista etico che morale.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia