Pantalone giallo e camicia blu, Antonioli ufficiale alla Fermana

Da sinistra Piccoli (collaboratore), Conti, Antonioli e Andreatini

SERIE C- Il mister è stato presentato in conferenza-video al Recchioni. Conti temporeggia sui nuovi possibili sponsor

 

Ha rovistato nel suo armadio e ha pescato un pantalone giallo con camicetta blu. Mauro Antonioli è un allenatore alla moda, attento al dettaglio. I colori non mentono. E’ lui l’allenatore della Fermana. Zero sorprese: alle ore 12 sul facebook dei canarini è comparso il pizzetto di Mauro che è stato ri-presentato alla platea. “Anche se ancora non ho firmato – sorride-. Era quello che volevo, in sintonia con la società. Siamo pronti per ricominciare un cammino interrotto sul più bello”. Nonostante le avance del suo Rimini, squadra nel quale l’Antonioli calciatore giocò anche. “Ringrazio Rimini, posto blasonato, ma non potevo rinunciare alla C e alla Fermana dove c’è un lavoro da terminare con entusiasmo”.

Antonioli e Conti

In collegamento dal suo studio anche il presidente Umberto Simoni, che per elogiare Antonioli ha sparato inavvertitamente una raffica di colpi a… Flavio Destro. “Il mister ci ha riportato la gioia del calcio, prima giocavamo con la paura”. Che bordata.
Antonioli era nella sala stampa della casetta rossa, “protetto” dal ds Andreatini e dal dg Conti. Quest’ultimo è stato caldeggiato sul possibile arrivo di un socio/sponsor di proporzioni importanti. A precisa domanda Fabio Massimo Conti ha sviato. “E’ vero che può avvicinarsi alla Fermana un ex presidente di una squadra abruzzese dai colori biancorossi che qualche anno fa sfiorò la Serie B?”. Chiaro il riferimento a Luciano Campitelli, ex patron del Teramo e proprietario di una azienda di dolci.  “Ho capito di chi parlate. Leggevo che questo industriale sarebbe entrato a Castelnuovo Vomano… Ci sono comunque due o tre imprenditori interessati a fare da sponsor”.

Andreatini e Antonioli

Con Andreatini, invece, i discorsi sono andati sul tecnico. “Le liste bloccate a 22 ci impongono delle priorità che non tutti possono avere. In questo momento può succedere tutto e il contrario di tutto, intanto ringrazio i calciatori che in questi anni ci hanno dato tanto. D’Angelo? Impossibile riaverli tutti, vedremo. Spesso si dice che la Fermana ha un mercato statico che entra nel vivo gli ultimi giorni. Vi dico che non è così, ogni discorso è sempre in costante evoluzione e il cambiamento delle regole su under e liste ci impone ulteriori riflessioni. Intanto voglio ringraziare la nostra società solida che come tutti gli anni ci permette di essere qui a presentare un allenatore che ci aveva dato la parola mesi fa e che si è dimostrato un professionista”.

La Fermana ripartirà tra il 7 e il 10 agosto con i primi tamponi e test sierologici.