Panichelli suona la carica verso il derby: “Rialzati Aurora, sarà bella soddisfazione battere Chiesanuova”

Pablo Panichelli

PROMOZIONE – Settimana rovente in quel di Treia

E’ iniziata la settimana che a Treia aspettano ormai da un girone intero, quella che domenica porterà l’Aurora a giocare al “Sandro Ultimi” di Chiesanuova contro la capolista. I biancorossi però dovranno ritrovare il morale dopo aver perso altri punti persi clamorosamente facendosi rimontare all’ultimo in casa contro dall’Atletico Centobuchi. Seconda sconfitta consecutiva e un girone di ritorno catastrofico (14 punti con tre giornate al termine) per i biancorossi che hanno notevolmente abbassato i numeri fatti nel girone di andata (33 punti) e che avevano fatto sperare in un campionato da zona playoff, invece l’ultimo ko sembra aver spento anche quell’unica flebile fiammella in casa Aurora. I ragazzi di Passarini avrebbero voluto molto restare in scia della Civitanovese, un quarto posto che resta la strada più percorribile per accedere la post season visto che la differenza tra la seconda della classe (Maceratese) e la quinta (Fututra 96) è abissale e manderebbe la Rata direttamente alla finale del girone.

Un’inflessione dell’Aurora che ha colpito anche i protagonisti in campo, su tutti Pablo Panichelli. Arrivato in estate dal Corridonia, il classe ’94 subito è diventato il faro del centrocampo dei biancorossi colui che grazie al fisico e alle lunghe leve ha sempre la garra in ogni partita e ora per riscattare un girone di ritorno così così ecco che domenica arriva “La partita” quella col Chiesanuova. “Non è mai una gara come le altre. Ci teniamo troppo a fare bene e riuscire a battere il Chiesanuova sarebbe una grande soddisfazione per noi (all’andata vinse l’Aurora 2-0 ndr). Scherzetto campionato? No, non pensiamo a loro ma solo a noi stessi. E’ vero loro si stanno giocando la vittoria di un campionato, ma noi siamo l’Aurora e dobbiamo portare i tre punti a casa. Servirà un miracolo per rientrare nei playoff, ma anche dovessimo arrivare quinti senza disputarli non fa niente. Dispiace ritrovarsi in una situazione come la nostra, è stato un campionato lungo e dispendioso, poi gli infortuni spesso ci hanno decimato in questa seconda parte di campionato e ne abbiamo pagato un po’ le conseguenze. Vogliamo arrivare il più in alto possibile e per farlo domenica dobbiamo battere Chiesanuova”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana