Pampano torna a Porto San Giorgio: “Gara tosta contro tanti giocatori esperti”

PROMOZIONE – L’attaccante del Trodica ha realizzato una doppietta all’Appignanese. Sabato ritrova l’ex Sangiorgese Monterubbianese lasciata a dicembre

A decidere la sfida contro l’Appignanese di sabato al Comunale di Villa San Filippo, dove il Trodica sta giocando le sue partite interne in attesa che terminino i lavori di sistemazione dello stadio San Francesco, è stata la doppietta di Mattia Pampano che ha ribaltato il punteggio dopo l’iniziale svantaggio permettendo poi ai biancazzurri di dilagare nel finale: “Diciamo che è quello che serviva perché comunque le partite così sono sempre un po’ strane – ci racconta Pampano – loro sono venuti da noi preparandola chiudendosi bene e giocando in ripartenza, cosa che nel primo tempo soprattutto all’inizio ci ha messo in difficoltà. Poi piano piano ci siamo sbloccati anche a livello del gioco e siamo riusciti a portare la partita dalla nostra parte e dopo essere passati avanti, con più spazi siamo riusciti a chiuderla nella maniera migliore”.

Una prima metà della frazione complicata per i ragazzi di Buratti che col passare dei minuti stavano crescendo, ma è dopo essere passata in svantaggio che la squadra ha ricevuto la scossa per scuotersi dal torpore iniziale: “Sapevamo che, nonostante la loro classifica, la partita era molto difficile,e abbiamo avuto un approccio un po’ timoroso e siamo partiti un po’ a rilento in confronto all’Appignanese – analizza Mattia – poi aver subito il gol ci ha dato una scossa e l’immediato pareggio ci ha permesso di caricarci e incanalare la partita sui binari che volevamo”.

L’attaccante biancoceleste arriva con grande fiducia quindi al prossimo appuntamento contro la Sangiorgese con cui Pampano aveva iniziato la stagione prima di passare al Trodica nella finestra di mercato invernale: “Sappiamo che anche la prossima sarà una partita molto difficile, andiamo a giocare da loro – continua Pampano – una squadra con la quale ho avuto il piacere di giocare con tanti giocatori esperti, di categoria, anche superiore. Noi da ora fino alla fine, ci diciamo ogni giorno al campo, che abbiamo tutte finali perché il nostro obiettivo è quello di vincere, perché anche se siamo indietro cercheremo di recuperare terreno e poi a fine campionato vedremo dove siamo arrivati”.

Ambientarsi nello spogliatoio del Trodica non è stato difficile per Mattia, che ha ritrovato Marani che come lui aveva iniziato il campionato in neroazzurro e col quale ha ritrovato anche Titone con cui erano insieme a Montegiorgio: “Mi fa piacere sottolineare che mi sono trovato subito veramente bene e sono rimasto sorpreso dal gruppo, un gruppo sano composto da ragazzi in gamba e sono stato contento di essere arrivato qui”. Emblematico del potenziale offensivo dei biancazzurri il gol del 2-1 nel quale Titone ha aperto un corridoio stupendo che Pampano ha trasformato in maniera eccellente sintomo dell’intesa ritrovata all’istante tra lui e Titone: “Giocare con Mario rende tutto un po’ più facile, un giocatore superiore per la categoria penso che se ne siano accorti tutti – conclude Mattia – di certo il fatto che avevamo già giocato insieme e ci conoscevamo ci aiuta sicuramente”.

Sergio Brizi
Author: Sergio Brizi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS