Pallamano Camerano, coach Palazzi: “La regolarità della stagione andrebbe salvaguardata”

Coach Sergio Palazzi della Pallamano Camerano

Il tecnico dice la sua sull’eventuale ripresa del campionato

di Claudio Comirato

In questo momento di pausa di tutto lo sport, abbiamo colto l’occasione per fare una chiacchierata con coach Sergio Palazzi, per tracciare un bilancio della stagione fin qui disputata dalla Pallamano Camerano e per parlare dell’eventuale ripresa del campionato. “Avevamo da poco ottenuto la salvezza prima del rinvio della partita contro Parma – puntualizza il tecnico – che poi è divenuta sospensione di tutto il campionato nella partita contro il Tavarnelle, e pertanto l’obiettivo stagionale era stato colto. Poi come detto la competizione è proseguita per due turni e ci sono state squadre che hanno giocato ed altre no, come nel nostro caso. Ci sarebbero aspettati due mesi di maggiore tranquillità dal punto di vista della competizione e quindi avremmo potuto lavorare di più su alcuni aspetti e sull’integrazione dei giocatori più giovani”.

Che idea si è fatto circa il futuro della stagione? “Ora come ora non sappiamo quando ci si potrà tornare ad allenarsi, e se si potrà giocare o meno, visto che la Federazione si allineerà alle decisioni prese dal Governo e dal CONI come accaduto in precedenza. Sull’esprimere un giudizio su cosa fare di questo campionato, penso che ognuno in questo frangente lo esprima anche in base alla propria posizione di classifica: se dovessi basarmi solo su quello dovrei dire che ogni decisione presa andrebbe bene, però dal mio punto di vista penso che la regolarità della stagione andrebbe salvaguardata. L’auspicio mio personale è che si possano terminare i campionati, ovviamente sarà la fine dell’emergenza a far capire se ci sono i tempi tecnici per concludere o meno. Questo non dipende da noi come Pallamano Camerano ma dipende da noi come singola persona in base al nostro senso di responsabilità e la capacità che abbiamo di stare chiusi il più possibile in casa, per cercare di fermare il contagio”.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia