Ospedale al collasso, Morani (Pd): “La Regione deve intervenire immediatamente”

Ospedale di Urbino

Situazione allarmante presso il nosocomio di Urbino con 21 operatori sanitari positivi

“La situazione dell’ospedale di Urbino mi pare purtroppo sfuggita di mano (leggi). Sono state chiuse le degenze di Cardiologia e Rianimazione a causa del contagio di 13 operatori sanitari in Cardiologia e 9 in Rianimazione e sono stati sospesi gli interventi operatori programmati. Risultano anche ricoverate 15 persone con positività Covid accertata”. Lo scrive su Facebook Alessia Morani (Pd), sottosegretaria al Ministero dello Sviluppo economico.

“Si tratta – aggiunge – di un ospedale che deve servire tutto il territorio delle aree interne, ma è evidente che in queste condizioni non è possibile, nonostante l’infaticabile lavoro e gli sforzi del personale e della direzione garantire questi servizi essenziali. I sindaci di tutta l’Unione Montana dell’Alta valle del Metauro ieri si sono incontrati con la direzione sanitaria ed hanno chiesto un incontro urgente alla Regione per poter da subito ripristinare servizi fondamentali come la rianimazione e la cardiologia. La Regione deve immediatamente intervenire – insiste Morani – prima che tanti cittadini vedano impedito il loro diritto alla cura. Non si può perdere un minuto in più. Sono naturalmente a disposizione della Giunta regionale per trovare insieme soluzioni. Se serve personale o altro tipo di aiuto, il governo interverrà come già fatto in diverse strutture e Rsa delle Marche”, conclude Morani. (Ansa).