Osimana, punto speciale ad Ancona: “Prestazione dedicata a Cesare”

PROMOZIONE – Il tifoso giallorosso è ricoverato all’ospedale di Torrette e la sua squadra del cuore ha giocato proprio nel quartiere dell’ospedale contro i Portuali. Il ds Giacco: “Emozionante il coro e l’applauso tutto per lui”

Poteva essere un turno molto complicato per l’Osimana, prima in classifica nel campionato di Promozione, impegnata in quel di Ancona con i Portuali e invece i risultati hanno dato ragione alla formazione giallorossa. Conti alla mano in classifica non è cambiato nulla con la Vigor Castelfidardo che in casa è stata bloccata dal Sassoferrato Genga e resta a -11, mentre la Fermignanese ha impattato sul campo del Loreto. Peggio è andata al Villa San Martino sconfitto per 3 a 0 in quel di Barbara.

Classifica che resta immutata ma con una gara in meno da giocare, un particolare che non è sfuggito a Giovanni Giacco, direttore sportivo dell’Osimana: “Alla vigilia della gara di Ancona eravamo preoccupati anche per il fatto che già all’andata la formazione di Ceccarelli ci aveva messo in difficoltà. Per quello che si è visto sul campo ritengo che il pareggio sia il risultato più giusto. L’Osimana ha tenuto testa ad una squadra ben organizzata e con elementi di categoria come sono i Portuali. Quando una squadra gioca quel tipo di calcio dietro c’è sempre la mano di un allenatore bravo e preparato. Il punto conquistato al Giuliani di Torrette è un grande punto in un campo molto difficile. Per quello che riguarda l’Osimana è un passo avanti ma la strada è ancora lunga. L’importante è aver mosso la classifica, i risultati dagli altri campi in qualche maniera ci hanno sorriso. Ora ci aspetta una settimana di lavoro in vista della prossima gara di campionato in casa contro la Vigor Castelfidardo formazione che al momento è staccata di 11 punti in classifica”.

Gara quella di Ancona corretta sia in campo che sugli spalti: “E’ stata una giornata di festa, in campo i giocatori si sono rispettati dal primo all’ultimo minuto di gioco, a fine gara la dirigenza dei Portuali ci ha fatto i complimenti e noi non possiamo che ringraziargli per come siamo stati accolti, ma la cosa più bella è arrivata dagli spalti. Quando la nostra tifoseria ha intonato dei cori per Cesare Carpano, 38 anni tifoso dell’Osimana che al momento si trova ricoverato a Torrette,  anche il pubblico di Ancona si è unito a questo applauso. Cesare non avrà potuto sentire il suo nome urlato dal vicino campo sportivo di Torrette, ma sono sicuro che a breve potrà tornare in mezzo a noi a tifare l’Osimana. Ad Ancona non abbiamo vinto ma la prestazione fatta la vogliamo dedicare a questo ragazzo da sempre vicino ai colori giallorossi”.

Michele Raffa
Author: Michele Raffa

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS