“Osimana attaccata alla maglia: Labriola è coraggioso e con idee, gli obiettivi verranno da sé”

ECCELLENZA – L’intervista al ds Mauro Chiodini, ex portiere che non ha bisogno di presentazioni. “Conferme all’80%, gruppo che ci ha dato delle dimostrazioni”

di Angelica Mancini

Dopo aver terminato la carriera da portiere ed essere tornato all’Osimana lo scorso dicembre come responsabile tecnico della prima squadra, Mauro Chiodini è stato ora nominato direttore sportivo dei giallorossi. “Un doppio ruolo che quasi ho avuto dal primo giorno all’Osimana – ha affermato Chiodini. – Quando sono arrivato qui erano i miei ultimi anni di carriera e ho sicuramente dato il mio personale contributo nella vittoria del campionato di Promozione. Ma ho anche contribuito a portare vari calciatori in squadra, anche se non mi piace parlare in prima persona. In questi anni ho cercato sempre di costruire un gruppo di giocatori che siano attaccati alla città, alla maglia e alla società. Siamo cresciuti tutti, sia a livello di squadra che di società. Il mio obiettivo è quello di fare bene, nel senso di prendere i ragazzi giusti, non dico forti. Perché i giocatori sono tutti forti, ma il punto sta nel prendere quelli giusti e metterli al posto giusto”.

Che tipo di squadra avete intenzione di costruire?

“All’80% cerchiamo di riconfermare il gruppo dello scorso anno. Un gruppo che è stato in grado di tirarsi fuori da una situazione difficile all’inizio, ma poi ha portato la squadra alla vittoria della Coppa Italia ed ha sfiorato i play off. Quest’anno avremo Claudio Labriola come allenatore, c’è tanto entusiasmo, tante idee da mettere sul piatto. E poi abbiamo intenzione di aggiungere qualche giovane che stiamo seguendo in questi giorni. La squadra sarà questa”.

C’è già qualche nome?

“Sui nuovi ancora niente, poiché sono tutti tesserati fino al 30 giugno e se non c’è l’accordo con l’altra società non si può dire nulla. Tra i riconfermati ce ne sono diversi, a partire dal capocannoniere Alessandroni. Nella difesa Patrizi, Micucci, Bellucci e Mosquera sono già stati tutti riconfermati. Anche Bonaventura, Borgese, Calvigioni, Santarelli. Poi, man mano, stiamo discutendo con gli altri. Questi ragazzi che ho citato hanno dato l’ennesima dimostrazione di attaccamento verso la maglia e la società, hanno voluto fare questa scelta importante. Spero che nei prossimi giorni riconfermeremo anche gli altri”.

Qual è l’obiettivo principale che vi siete dati?

“È difficile stabilire quale sia l’obiettivo all’inizio, perché poi, nel corso del campionato, è molto probabile che questo possa cambiare. Senza dubbio vogliamo fare bene, abbiamo un allenatore che ha coraggio, molte idee innovative, poi l’obiettivo ce lo creeremo strada facendo. La cosa importante è iniziare bene. Viste le varie vicissitudini dello scorso anno, devo dire che siamo un po’ in credito con la fortuna, abbiamo avuto infortuni grave, squalifiche, giocatori che non sapevano se avessero potuto più giocare a calcio. Quest’anno stiamo recuperando tutti e una volta che avremo la rosa al completo cercheremo di stabilire quelli che sono gli obiettivi”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS