Organizza allenamenti con doccia e coinvolge giovani cremisi, tecnico nel mirino del Tolentino

Marco Romagnoli, presidente del Tolentino

La dura nota della società

L’U.S. Tolentino 1919 comunica che dalla giornata di domani riprenderanno, nel pieno rispetto delle modalità previste da vigenti normative e protocolli, l’attività del settore giovanile e della scuola calcio. Con l’occasione il C.d.A. intende far chiarezza su di una spiacevole situazione emersa da qualche giorno.

“Più di un genitore di nostri tesserati, infatti, ha chiesto conto di allenamenti effettuati in località viciniore a Tolentino, organizzati e diretti da un sedicente tecnico, a cui hanno partecipato giovani minorenni di squadre della Provincia domandoci se avessimo anche noi avallato detta attività – si legge nella nota del club – Il tutto, in totale spregio dell’attuale normativa, visto che ai ragazzi che vi partecipano è consentito anche l’uso di spogliatoi. Avendo, al contrario, applicato scrupolosamente ogni norma a tutela dei nostri ragazzi, sino a sospendere temporaneamente l’attività, l’U.S. Tolentino 1919 rassicura tutti di non essere minimante coinvolta in questa censurabile iniziativa”.

Interpellato in merito il numero uno del Tolentino Marco Romagnoli ha preferito non rilasciare il nome del tecnico che si è avventurato in questa iniziativa, sembrerebbe però che l’allenatore in questione possa essere del maceratese.

Articolo Precedente
Articolo Successivo